Sabato 18 Settembre 2021 | 19:38

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Ciampi ambasciatore in Cina

Alla vigilia della sua visita mette in risalto aspetti cruciali degli equilibri internazionali: la riforma dell'Onu, la crisi in Medio Oriente, la lotta al terrorismo internazionale, l'impegno a scongiurare lo scontro di civiltà, la pace in Medio Oriente, la non proliferazione delle armi di distruzione di massa, la «correzione» degli effetti negativi della globalizzazione • Indispensabile rispettare le regole del commercio
ROMA - La riforma dell'Onu, la crisi in Medio Oriente, la lotta al terrorismo internazionale, l'impegno a scongiurare lo scontro di civiltà, la pace in Medio Oriente, la non proliferazione delle armi di distruzione di massa, la «correzione» degli effetti negativi della globalizzazione. Queste le principali tematiche internazionali sulle quali, in un'intervista rilasciata ad alcuni organi di informazione cinesi, Carlo Azeglio Ciampi vede una sintonia fra Europa e Cina che potrebbe portare alla ricerca congiunta di soluzioni.
Il presidente della Repubblica si fa ambasciatore della nuova Europa, che qualche settimana fa, col nuovo Trattato Costituzionale, è divenuta «unione politica, e non solo economica». Della nuova Europa che «con l'euro ha creato una moneta solida, che nei suoi pochi anni di vita sta conquistando la fiducia degli operatori finanziari e commerciali. Fra questa UE e la Cina, afferma Ciampi, non solo in campo economico «può svilupparsi un rapporto nell'ambito di un sistema di regole certe, di principi condivisi ed obiettivi comuni». E un terreno comune c'è già. «Condividiamo innanzitutto l'aspirazione - dice Ciampi- a un approccio multilaterale più efficace imperniato sulle Nazioni Unite». E auspica che la Cina - che siede nel Consiglio di Sicurezza con diritto di veto, e non ha finora appoggiato la proposta di aumentare i seggi permanenti, sposi apertamente la tesi di un seggio Onu per l'Unione Europea. «Penso che il criterio guida per la riforma - osserva Ciampi - debba essere quello di assicurare una equilibrata presenza delle diverse aree regionali, ferma restando l'attuale posizione dei membri permanenti».
Insieme, si augura Ciampi, Unione europea e Cina possono concorrere al rafforzamento delle grandi istituzioni internazionali, al consolidamento della pace nel mondo, alla ricerca di risposte ai grandi problemi dell'ambiente, dell'energia, dei rapporti Nord-Sud.
Sulla situazione irachena, Ciampi si augura che le elezioni si svolgano nella data stabilita e ribadisce il ruolo dell'Onu: «Resta cruciale, non solo per uno svolgimento trasparente delle elezioni, ma per garantire la legittimità del processo che deve condurre l'Iraq verso la pacificazione, la stabilità, lo sviluppo economico, la restituzione dei destini del Paese nelle mani degli iracheni».
Il terrorismo internazionale, ribadisce Ciampi, «va sradicato attraverso la prevenzione e la repressione», aumentando la cooperazione internazionale fra paesi e «nei fori multilaterali». «Bisogna soprattutto intervenire sulle cause. Va compiuto ogni sforzo: per rimuovere le inaccettabili disuguaglianze sociali; per correggere gli effetti negativi della globalizzazione (che, se non è governata, lascia ai margini dello sviluppo milioni di esseri umani); per affrontare con decisione e tenacia i focolai di crisi da cui traggono alimento il terrorismo e l'estremismo». Sulla crisi israelo-palestinese, Ciampi invita la comunità internazionale a non rassegnarsi. «Non vedo alternative alla road map. Rimane - dice - l'unico strumento valido per risolvere il conflitto in maniera duratura, garantire la sicurezza di Israele, non procrastinare le aspirazioni dei palestinesi ad avere uno Stato. Si deve recuperare lo spazio perduto negli ultimi quattro anni. Occorre dunque riaffermare con forza i principi fondamentali di equità e giustizia che rappresentano parametri obbligati per giungere alla soluzione del conflitto».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie