Mercoledì 22 Settembre 2021 | 01:53

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Esplosione in miniera cinese, 166 bloccati

Al momento dello scoppio lavoravano nella miniera 293 operai e solo 123 sono riusciti a fuggire o sono stati tratti in salvo subito. I soccorritori si trovano a 400 metri di profondità ma non riescono a procedere oltre a causa del gas e del fumo che saturano le gallerie
PECHINO - In Cina si è verificato oggi un altro gravissimo incidente minerario. Per un'esplosione di grisù in un impianto di estrazione del carbone nel nord del Paese, 170 operai sono rimasti intrappolati nei cunicoli sotterranei e quattro sono stati appena tratti in salvo.
A quanto riferito dall'agenzia ufficiale Xinhua, l'incidente si è verificato nella miniera di Chenjiashan, nello Shaanxi, alle 7,20 ora locale (mezzanotte e venti in Italia). Al momento dello scoppio lavoravano nella miniera 293 operai e solo 123 sono riusciti a fuggire o sono stati tratti in salvo subito.
Le operazioni di salvataggio degli operai sono molto complicate. Un funzionario dell'ufficio minerario di Tongchuan, di nome Wang, ha riferito che i soccorritori si trovano a 400 metri di profondità ma non riescono a procedere oltre a causa del gas e del fumo che saturano le gallerie.
I minatori si trovano a 10-20 chilometri dall'ingresso della miniera, ha detto ancora Wang. «Se potessimo scendere con la linea ferrata, occorrerebbe circa mezz'ora» per arrivare al punto preciso del disastro», ha spiegato.
Gli incidenti in miniera sono piuttosto frequenti in Cina: dall'inizio dell'anno le vittime sono state 4.153. Il mese scorso a Henan erano morti 148 operai sempre a causa di un'esplosione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie