Giovedì 23 Settembre 2021 | 05:50

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Esplode bombola in sagra di paese

Poteva essere una strage, con il fuoco che in pochi istanti si sono propagati. A terra sono rimasti 25 feriti. Moglie e marito hanno ustioni su tutto il corpo
VICENZA - Una forte esplosione, e poi il fuoco dappertutto: sulle bancarelle della festa, sulla gente che affollava i vialetti della sagra di Santa Caterina, a Barbarano (Vicenza). In pochi istanti - hanno raccontato i testimoni - si è scatenato l'inferno e per terra sono rimasti in 25 tra feriti e ustionati; tre sono in condizioni serie. La più grave è una donna, R.G., raggiunta dal fuoco su tutto il corpo. Assieme al marito, anch'egli gravemente ustionato, è stata trasferita in serata al centro grandi ustioni dell'ospedale di Padova.

Ai carabinieri di Vicenza, che con le squadre dei pompieri sono arrivati per primi sul posto, è apparso subito chiaro che l'incidente - originato da una fuga di gas in un furgone rosticceria - poteva provocare una strage. Dopo una fiammata, sprigionatasi dal piano cottura del furgone, c'è stata una prima esplosione, seguita da altre due o tre deflagrazioni, mano a mano che le fiamme raggiungevano le bombole a gas degli altri mezzi vicini. Nell'incendio sono rimasti coinvolti cinque furgoni e altrettante bancarelle di prodotti alimentari e vestiario. Mentre la gente, presa dal panico, cercava di mettersi in salvo, il fuoco ha lambito le facciate di due case vicine al primo furgone, fortunatamente disabitate.

«C'è stata una prima forte esplosione - ha raccontato un testimone, un vigile urbano di Barbarano - è poi altri scoppi minori subito dopo. In breve tempo si sono alzate fiamme molto alte e si è sentito un calore fortissimo».
Ai rumori della festa si sono così sovrapposti quelli delle sirene delle ambulanze affluite da tutta la provincia berica. Nel nosocomio di Vicenza, il San Bortolo, sono stati accolti 14 feriti; un'altra decina, quelli ustionati in modo più leggero, sono stati ricoverati a Noventa Vicentina. La donna più grave, R.G., lavorava probabilmente sul furgone da cui è partita l'esplosione.

I carabinieri del comando provinciale di Vicenza ed i tecnici dei vigili del fuoco sono tuttora impegnati nei rilievi. I primi elementi farebbero però propendere per l'incidente fortuito, forse un malfunzionamento nei collegamenti tra le bombole di gas e le piastre di cottura del furgone-rosticceria. Nulla, secondo gli investigatori, che possa far pensare ad un atto doloso, o addirittura ad un gesto del cosiddetto «Unabomber» del Nordest, che in passato aveva preso di mira anche le sagre paesane, come a Sacile (Pordenone).
Quella di Santa Caterina, a Barbarano, è una sagra antichissima, giunta alla 681/a edizione. Nonostante duri un solo giorno, il 25 novembre, è un appuntamento imperdibile per molti vicentini. Quest'anno erano raggruppate nelle strade del paese circa 350 bancarelle. Sulla vicenda è stata aperta un'inchiesta dalla procura di Vicenza, affidata alla pm Monica Mazza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie