Martedì 28 Settembre 2021 | 19:56

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Beni culturali - Dopo la Città Proibita l'Italia restaurerà anche la muraglia cinese

Urbani: stiamo seguendo «una pluralità di iniziative che sono di carattere epocale». Infatti noi coordiniamo anche il restauro della Città Proibita
ROMA - Dopo la Città Proibita, l'Italia è stata chiamata dalla Cina per realizzare il restauro della Grande Muraglia. Lo ha detto il ministro dei Beni culturali Giuliano Urbani a margine della presentazione alla stampa della mostra su Canaletto, a Palazzo Giustinani l'11 marzo.
Urbani, che accompagnerà il 3 dicembre il Presidente Ciampi nella visita ufficiale in Cina, ha proseguito affermando che l'Italia nel grande paese asiatico sta seguendo «una pluralità di iniziative che sono di carattere epocale». «Non si tratta di un aggettivo scelto a caso - ha aggiunto Urbani - se pensiamo che in Cina noi coordiniamo il restauro della Città Proibita ed ora quello della Grande Muraglia». Il patrimonio dei cinesi, ha sottolineato il ministro, «è legato a questi due monumenti così significativi ed è stato affidato alle cure di indirizzo e coordinamento di noi italiani». Durante la visita ufficiale, ha detto Urbani, il 5 dicembre, si aprirà una nuova fase di collaborazione, cui parteciperà anche il Presidente Ciampi. «A noi - ha concluso - è stato affidato l'incarico di partecipare anche alla realizzazione del grande Museo delle Civiltà, che sorgerà a Pechino e che riguarderà oltre alla civiltà cinese, quelle romana, egizia, mesopotamica. Il museo sarà inaugurato per le Olimpiadi, eventp a cui i cinesi assegnano un'importanza enorme».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie