Lunedì 16 Dicembre 2019 | 09:37

NEWS DALLA SEZIONE

Dal 19 al 23 febbraio
Bari ancora «capitale di pace» a febbraio con papa Francesco

Bari ancora «capitale di pace» a febbraio con papa Francesco

 
L’operazione della polizia
Potenza, controlli per le festività: sequestrati 170 kg di botti illegali

Potenza, controlli per le festività: sequestrati 170 kg di botti illegali

 
banche
Pop Bari, bozza dl: «900mln per Mediocredito, risorse da fondo Mef». Emiliano scrive a Conte: «Regione pronta a intervento diretto»

Governo, ok salvataggio Pop Bari: «900mln per Mediocredito, risorse da fondo Mef». Emiliano a Conte: «Regione pronta a intervento diretto»

 
il punto
Il Bari fa tutto nel secondo tempo: 3 reti alla Casertana

Il Bari fa tutto nel secondo tempo: 3 reti alla Casertana

 
nel Foggiano
S.Giovanni Rotondo, trova borsello con 20mila euro e lo restituisce al proprietario

S.Giovanni Rotondo, trova borsello con 20mila euro e lo restituisce al proprietario

 
serie c
Casertana - Bari: la diretta della partita

Casertana - Bari 0-3, biancorossi chiudono secondi il girone di andata

 
I verbali
Giustizia svenduta, pm Scimè: mai preso soldi, D'InNtrono mente e Savasta (ex pm) non è lucido

Giustizia svenduta, pm Scimè: mai preso soldi, D'Introno mente e Savasta (ex pm) non è lucido

 
Verso le regionali
Centrosinistra, primarie non decollano. Amati attacca Emiliano: evita i dibattiti

Centrosinistra, primarie non decollano. Amati attacca Emiliano: evita i dibattiti

 
Il colpo nel 2016
Trinitapoli, assalto armato a portavalori: andriese incastrato dal dna

Trinitapoli, assalto armato a portavalori: andriese incastrato dal dna

 

Il Biancorosso

serie c
Casertana - Bari: la diretta della partita

Casertana - Bari 0-3, biancorossi chiudono secondi il girone di andata

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaMancanza di fondi
Foggia, strade colabrodo, l'appello di Gatta: «Non abbiamo soldi»

Foggia, strade colabrodo, l'appello di Gatta: «Non abbiamo soldi»

 
Batterza tappa
Bisceglie, ecco il «MunezzaMap»: così si dà la caccia ai rifiuti abbandonati

Bisceglie, ecco il «MunezzaMap»: così si dà la caccia ai rifiuti abbandonati

 
BariLa tragedia
Monopoli, si schianta con la moto contro un'auto: muore 51enne

Monopoli, si schianta con la moto contro un'auto: muore 51enne

 
PotenzaL’operazione della polizia
Potenza, controlli per le festività: sequestrati 170 kg di botti illegali

Potenza, controlli per le festività: sequestrati 170 kg di botti illegali

 
BrindisiVia 53mila persone
Bomba day

Brindisi, bomba messa in sicurezza dall'Esercito: la gente ritorna a casa
Le operazioni dall'alto - Video

 
Tarantosulla SS 106
Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

Taranto, guida ubriaco con 200 stecche di sigarette nel portabagagli: denunciato

 
Materanel Materano
Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

Base logistica mafia lucana a Bernalda: un altro fermo

 

i più letti

Ucciso davanti a discoteca

Questione di ore l'arresto del responsabile dell'assassinio, accaduto la scorsa notte, a Rende (Cs), di Francesco Gioia, colpito da una coltellata al cuore
RENDE (COSENZA) - Potrebbe essere questione di ore l'arresto del responsabile dell'assassinio, accaduto la scorsa notte, a Rende, centro limitrofo a Cosenza, di Francesco Gioia, colpito da una coltellata al cuore all'uscita di una discoteca.
La Squadra mobile, infatti, sarebbe in procinto d'identificare l'assassino utilizzando anche le testimonianze raccolte tra le persone che si trovavano all'interno e fuori la discoteca.
Secondo quanto si è appreso, l'omicidio, più che da una rissa, sarebbe scaturito da una discussione per futili motivi. Discussione che si è sviluppata in due fasi, una all'interno del locale e l'altra fuori. Francesco Gioia, tra l'altro, non sarebbe stata la persona coinvolta direttamente nella discussione, ma sarebbe intervenuto successivamente in difesa di quest'ultima all'esterno della discoteca.

L'episodio avrebbe avuto origine all'interno del locale a causa di un diverbio provocato da motivi futili nel corso del quale un giovane si sarebbe sentito «offeso» per una frase pronunciata da un'altra persona. Dopo che in un primo tempo sembrava superato, il diverbio è ripreso all'esterno della discoteca, quando il giovane che si reputava offeso si è avvicinato al presunto autore dello sgarbo. Ne è scaturita una nuova discussione, ad un certo punto della quale si è inserito Francesco Gioia, che ha preso le difese del presunto autore dell'offesa.
La situazione ha preso una piega drammatica nel momento in cui il giovane che si reputava offeso ha estratto di tasca un coltello ed ha colpito al cuore Francesco Gioia, provocandone la morte istantanea.
Dopo pochi minuti, avvertiti da una telefonata fatta al 113, sono giunti sul posto gli agenti della Squadra mobile, che, grazie ad alcune testimonianze, hanno ricostruito la dinamica dell'omicidio e della discussione che l'ha preceduto, identificando tutte le persone coinvolte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie