Sabato 25 Maggio 2019 | 05:02

NEWS DALLA SEZIONE

I fondi
Xylella, Lezzi: «Impegno non finisce con Dl emergenze»

Xylella, Lezzi: «Impegno non finisce con Dl emergenze»

 
Sanità
Sistema 118, la Puglia è la regione più efficiente di tutta Italia

Sistema 118, per l'Istat è la Puglia la regione più efficiente d'Italia

 
Calcio
Il Bari a caccia delle fondamenta la difesa deve essere una certezza

Il Bari a caccia delle fondamenta la difesa deve essere una certezza

 
A San Girolamo
Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

Bari, l'arrivo della Vlora raccontato con una scultura in alfabeto morse

 
Dopo il comizio
Bari, il pm: «Striscioni contro Salvini? No offese, ma critica politica»

Bari, «Striscioni contro Salvini? Non sono offese»: così il pm boccia il sequestro

 
Nel quartiere Libertà
Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

Bari, a 15 e 16 anni assaltano un market con coltello: arrestati

 
L'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
L'intervista
Berlusconi a la Gazzetta: «Temo un asse tra Pd e M5s»

Berlusconi a la Gazzetta: «Temo un asse tra Pd e M5s»

 
I fatti nel 2013
Bari, morì per emorragia dopo intervento al cuore: assolto cardiologo

Bari, morì per emorragia dopo intervento al cuore: assolto cardiologo

 
Nella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Speciale Elezioni 2019Verso il voto
Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

Comunali, Decaro: «La nostra è una storia straordinaria: Bari è più moderna e europea»

 
PotenzaAuto e motori
Melgi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

Melfi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

 
TarantoA Grottaglie
Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

Non si ferma all'alt e investe un poliziotto: arrestato 46enne

 
LecceL'episodio domenica scorsa
Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

Lecce, assalto a gazebo Lega: denunciati 5 uomini e 2 donne di area anarchica

 
BatNella Bat
Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

Andria: molestie sessuali e foto osé a bimbo di 11 anni, arrestato 22enne

 
BrindisiLa segnalazione
Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

Brindisi: cous-cous a mensa, i genitori protestano

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 

i più letti

Omicidio Claps E' di un cardinale il bottone vicino ad Elisa

di FABIO AMENDOLARA 
POTENZA - Esclusa la tonaca di don Mimì resta ora da capire a quanto tempo fa risalga quel bottone. E, soprattutto, bisogna stabilire se ha una connessione con l’omicidio. A chi apparteneva quel bottone? Qualcuno l’ha perso mentre spostava il cadavere? O è finito in quel posto in altre circostanze? Difficile fare u n’ipotesi. Così com’è difficile, al momento, escludere a priori che il bottone possa essere stato perduto da qualcuno prima del delitto. La stranezza, però, resta
Omicidio Claps E' di un cardinale il bottone vicino ad Elisa
di FABIO AMENDOLARA 

Il bottone rosso trovato sotto i resti di Elisa Claps, la ragazza di Potenza uccisa il 12 settembre del 1993, era parzialmente decomposto, ma il consulente tecnico della Procura di Salerno è riuscito comunque a stabilire che non era da monsignore. E che non l’aveva perso don Mimì Sabia, il parroco della chiesa della Trinità morto ultraottantenne un paio di anni fa. Quel bottone - è quello che stabilisce la perizia di 600 pagine depositata l’altro giorno dalla paleontologa Eva Sacchi dell’Università La Sapienza - l’ha perso un cardinale. Chi? Non sono tanti i cardinali che negli ultimi 20 anni hanno visitato Potenza. Coincidenza diabolica: Joseph Ratzinger è a Potenza proprio quell’anno. Un mese dopo l’omicidio di Elisa ha ritirato il «Premio Basilicata», concorso letterario giunto alla trentanovesima edizione. Ratzinger, però, era scortato e si fermò solo all’università. Difficile immaginare che possa essere salito di nascosto nella chiesa della Trinità. È l’unico alto prelato a Potenza quell’anno. 

La visita successiva è di Ersilio Tonini. Nel 1995 partecipa a un convegno organizzato dagli imprenditori cattolici. Poi tocca a Roger Etchegaray. Anche lui ritira il premio Basilicata, ma quattro anni dopo la scomparsa di Elisa. Nel 1997 la sua «Opera omnia» stravince nella sezione «letteratura spirituale». Difficile poter credere che l’abbia perso uno di loro. Se il corpo è lì dal 12 settembre del 1993, come ritiene il professor Francesco Introna, quel bottone deve essere stato perso nel sottotetto prima dell’omicidio. Le visite più recenti, però, risalgono al 1981. I cardinali Paolo Benelli e Anastasio Ballestrero raggiungono i comuni lucani colpiti dal terremoto. Come sia finito nel sottotetto quel bottone il perito proprio non è riuscito ad accertarlo. 

Il professor Introna, nella sua consulenza tecnica, sostiene di averlo trovato nel sito di giacitura della salma. Proprio sotto al cadavere. «Il bottone rosso - si legge nella perizia - era parzialmente decomposto a causa degli acidi prodotti dalla putrefazione dei resti di Elisa». Un fenomeno che potrebbe aver anche alterato il colore. Esclusa la tonaca di don Mimì resta ora da capire a quanto tempo fa risalga quel bottone. E, soprattutto, bisogna stabilire se ha una connessione con l’omicidio. A chi apparteneva quel bottone? Qualcuno l’ha perso mentre spostava il cadavere? O è finito in quel posto in altre circostanze? Difficile fare u n’ipotesi. Così com’è difficile, al momento, escludere a priori che il bottone possa essere stato perduto da qualcuno prima del delitto. La stranezza, però, resta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400