Martedì 22 Gennaio 2019 | 09:51

NEWS DALLA SEZIONE

Duello Landini-Colla
La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

 
Gli sprechi
Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mla euro

Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mila€

 
L'inchiesta di Lecce
Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

Mazzette ai magistrati di Trani, imprenditore non risponde. Avvocatessa: estranea ai fatti

 
La decisione
Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

Regionali, centrosinistra ai gazebo il 24 febbraio per il candidato presidente

 
Dl semplificazioni
Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

Xylella, il Governo: chi non abbatte gli alberi ammalati rischia il carcere

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Il caso
Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

Brindisi, macchia scura nelle acque del Porto: al via i controlli

 
Nel pomeriggio
A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino

A fuoco bus pieno di studenti, panico a San Pacrazio Salentino: nessun ferito

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
In meno di 24 ore
Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

Ex Ilva, arrivano le prime 600 firme per l'esposto contro emissioni

 

Pirata satellitare clona Sky

E' il primo caso in Europa, non è stata semplicemente duplicata la smart card ma il segnale satellitare attraverso antenne paraboliche e la rete Eutelsat
MILANO - La pay-tv Sky è stata vittima di una nuova forma di pirateria satellitare che, secondo quanto emerso dalle indagini della Guardia di Finanza di Brescia, sarebbe un caso unico in Europa. Secondo quanto accertato dagli investigatori, i quali hanno denunciato una persona, a Castelfiorentino (Firenze) anziché duplicare le smart card si era addirittura clonato il segnale di Sky.
Il segnale era stato clonato attraverso antenne paraboliche e apparecchiature sofisticatissime, in particolare, il segnale di Eutelsat, società che gestisce le telecomunicazioni satellitari a livello mondiale. Le indagini hanno consentito di scoprire che una forte perdita di segnale registrata in Turchia, era dovuto proprio all'attività illegale dell'emittente fiorentina. Oltre ai programmi di Sky ne venivano clonati altri a contenuto pornografico.

Le fiamme gialle bresciane hanno inoltre scoperto l'intera rete di clienti, utilizzatori delle smart card abusive, che consentivano di decriptare l'emittente satellitare pirata. Venivano acquistate al prezzo di 100 euro ciascuna. Le indagini sono state e condotte, per un anno, in Italia e Francia, anche con l'utilizzo di un particolare elicottero fatto giungere appositamente dalla Gran Bretagna. Il titolare dell'emittente è stato denunciato in stato di libertà e tutte le apparecchiature poste sotto sequestro.
Ulteriori dettagli, su quella che è stata chiamata operazione «Cielito lindo» verranno forniti nel corso di una conferenza stampa, convocata per le 10, al comando provinciale della Guardia di Finanza di Brescia.

«Nessuno può sottovalutare la piaga della pirateria e il caso di questa emittente fiorentina scoperto dalla Guardia di Finanza di Brescia dà la misura di quanto sia grave e preoccupante il fenomeno» commenta Sky in una nota.
Si tratta, secondo Sky, di «una piaga che viene spesso sottovaluta nel nostro paese e verso cui non possibile abbassare il livello di guardia. Quella individuata oggi è una nuova modalità che si aggiunge alla lunga lista di marchingegni pirata diffusi nel nostro paese. Una ulteriore conferma di come la sicurezza delle trasmissioni criptate sia una condizione fondamentale per lo sviluppo dell'industria culturale del nostro paese. Ancor più in un momento in cui il mercato della pay tv si sta aprendo a nuovi operatori e il problema della pirateria diventa cruciale per garantire un'evoluzione competitiva di questo mercato e la tutela degli investimenti di tutti i diversi fornitori di contenuti a pagamento».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400