Giovedì 04 Giugno 2020 | 14:01

NEWS DALLA SEZIONE

il bollettino
Coronavirus, la Basilicata non molla: 8 giorni senza nuovi contagi

Coronavirus, la Basilicata non molla: 8 giorni senza nuovi contagi

 
trasporti
Aeroporti: Ryanair riattiva voli da Bari e Brindisi dal 21 giugno

Aeroporti: Ryanair riattiva voli da Bari e Brindisi dal 21 giugno

 
Il racconto
Francesca Mangiatordi e  Elena Pagliarini

«Vi racconto i 100 giorni dell’inferno a Cremona», la testimonianza di una dottoressa di Altamura

 
serie A
Lecce, il botteghino piange un milione di euro in meno

Lecce, il botteghino piange un milione di euro in meno

 
verso il voto
Puglia, nei sondaggi avanti Fitto

Regionali Puglia, nei sondaggi avanti Fitto

 
operazione della gdf
Eroina e cocaina da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale

Droga da Lucera al Molise: 6 arresti, smantellato gruppo criminale VD

 
la storia
«La nostra odissea burocratica»: hanno compilato 15 autocertificazioni per tornare da Londra a Bari

«La nostra odissea burocratica»: 15 autocertificazioni per tornare da Londra a Bari

 
Giustizia svenduta
Lecce, magistrati arrestati torna a parlare Nardi: «Miei figli minacciati di morte»

Lecce, magistrati arrestati torna a parlare Nardi: «Miei figli minacciati di morte»

 
l'agguato
Trinitapoli, omicidio in via dei Mulini: 43enne freddato da colpi di pistola

Trinitapoli, ucciso con 3 colpi di pistola in pieno volto: forse guerra tra clan

 
I dati nazionali
Coronavirus in Italia, 321 nuovi casi e zero contagi in 9 Regioni. Altre 71 vittime

Coronavirus in Italia, 321 nuovi casi e zero contagi in 9 Regioni. Altre 71 vittime

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariTecnologia
«Immuni, applicazione pericolosa e inutile»

«Immuni, applicazione pericolosa e inutile», il parere dell'avvocato

 
Potenzafase 2
Dalla grande distribuzione ai villaggi turistici: l’obiettivo sono 1.250 test ogni giorno

Dalla grande distribuzione ai villaggi turistici: in Basilicata l’obiettivo sono 1.250 test al giorno

 
Tarantol'onorificenza
Beniamino Laterza

Taranto, un vigilante del «Moscati» ora è Cavaliere della Repubblica

 
Materadalla polizia
Matera, palpeggia 17enne che cammina per strada: arrestato 46enne

Matera, palpeggia 17enne che cammina per strada: arrestato 46enne

 
Foggianel foggiano
San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

San Severo, in casa eroina e cocaina: giovane pusher ai domiciliari

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

Wojtyla: lo sviluppo solidale porta alla pace

«Ciascuno deve fare dei propri beni un uso non egoistico ma solidale». L'invito evangelico in riferimento allo «squilibrio tra ricchezza e povertà nel mondo di oggi»
CITTA' DEL VATICANO - «Giustizia e sviluppo solidale» rappresentano la «via che può garantire al mondo un futuro di pace». E' l'appello che Giovanni Paolo II ha fatto oggi all'Angelus, invitando la comunità internazionale, a sforzarsi affinché si sradichino dal mondo «il flagello della fame e le altre conseguenze della miseria».
Un ambito nel quale «la Chiesa cattolica assicura tutto il suo impegno». Anche perché ciascuno, ha sottolineato il Papa, «deve fare dei propri beni un uso egoistico ma solidale».
Parlando prima della recita dell'Angelus dalla sua residenza estiva di Castel Gandolfo, ultimo appuntamento pubblico prima del ritorno in Vaticano previsto per mercoledì, il Papa ha ricordato che il vangelo di oggi propone la parabola del «ricco epulone» e del povero Lazzaro: «Il ricco vive nell'opulenza e nel lusso non curandosi del mendicante che giace affamato alla sua porta. Ma, dopo la morte - sottolinea il Papa - la situazione si capovolge: Lazzaro è accolto in paradiso mentre il ricco finisce nei tormenti».
Wojtyla, che è apparso in discreta forma e con una buona voce anche se a tratti affaticata, ha detto che è «chiaro» l'insegnamento che si ricava dalla parabola: «ciascuno deve fare dei propri beni un uso non egoistico ma solidale». Un insegnamento «quanto mai appropriato» in riferimento allo «squilibrio tra ricchezza e povertà nel mondo di oggi».
Il papa ha ricordato sia l'incontro dei capi di stato che si è svolto a New York nei giorni scorsi «contro la fame e la poverà», a cui la Santa Sede ha dato la sua adesione tramite il card. Angelo Sodano, segretario di Stato, sia la riunione di tutti i nunzi apostolici in Africa, che si è conclusa ieri.
Concludendo il suo intervento, Giovanni Paolo II ha pregato il Signore «affinché sostenga gli sforzi della comunità internazionale in ordine alla giustizia e allo sviluppo solidale», e ha affidato a Maria «in modo speciale le famiglie e i popoli più provati dall'iniqua distribuzione dei beni che dio destina a tutti i suoi figli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie