Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 12:05

NEWS DALLA SEZIONE

Dai cc forestali
Campo volo elicotteri a Ostuni vicino a ulivi e costa: sequestrato

Campo volo elicotteri a Ostuni vicino a ulivi e costa: sequestrato

 
Dopo alcune mail
Allarme bomba, evacuato tribunale Bari-Bitonto

Allarme bomba, evacuato tribunale Bari-Bitonto

 
I fatti a Messina
Scontri tra tifoserie: domiciliari per ultras Bari

Scontri tra tifoserie: domiciliari per ultras Bari

 
Il caso nel Leccese
Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

Nardò, microspie in sagrestia per diffondere i segreti dei fedeli in confessione: è mistero

 
Truffa per migliaia di euro
Si fingono dipendenti Inps e truffano anziani a Foggia: arrestati

Si fingono dipendenti Inps e truffano anziani a Foggia: arrestati

 
Nel Foggiano
Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

Creava finte società per non dichiarare al fisco: evasione da 30mln di euro a Cerignola

 
La denuncia
Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

Rissa dopo riunione mercato Bari, presidente Fiva: «Mi hanno spinto»

 
Dal Montenegro in Puglia
Contrabbando bionde in Puglia, dopo 25 anni prescritta anche associazione mafiosa

Contrabbando bionde in Puglia, dopo 25 anni prescritta anche associazione mafiosa

 
L'iniziativa
Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

Bari, mercato di via Napoli vicino al cimitero: c'è il progetto

 
La decisione
Regione, Emiliano conferma Di Gioia: è di nuovo assessore all'Agricoltura

Regione, Emiliano conferma Di Gioia: di nuovo assessore all'Agricoltura

 
il salvataggio dell'Aeronautica
Foggia, bimba in pericolo di vita trasportata d'urgenza con Falcon 50 Aeronautica

Foggia, bimba in pericolo di vita trasportata d'urgenza con Falcon 50

 

In calo la produzione industriale

A luglio battuta d'arresto con una flessione del 3,7% rispetto allo stesso mese 2003 e mettendo a segno il maggior calo da oltre un anno. Settore auto: -13,5%
ROMA - La produzione industriale a luglio ha segnato una battuta d'arresto registrando una flessione del 3,7% rispetto allo stesso mese 2003 e mettendo a segno il maggior calo da oltre un anno (da maggio dell'anno scorso). Lo ha reso noto l'Istat sottolineando che il dato, su base congiunturale (su giugno 2004), registra invece un incremento dello 0,4%.
L'indice della produzione industriale corretto per i giorni lavorativi ha registrato in luglio una diminuzione tendenziale dell'1,2% (giorni lavorativi sono stati 22 contro i 23 di luglio 2003). Nel periodo gennaio-luglio 2004 l'indice corretto ha registrato, invece, una variazione positiva dello 0,3% rispetto al corrispondente periodo del 2003. L'indice grezzo mostra invece nei primi sette mesi dell'anno un incremento dell'1% rispetto ad un anno prima.
A livello tendenziale l'indice della produzione industriale corretto per i giorni lavorativi ha presentato variazioni positive dell'1,2% per l'energia e dello 0,3% per i beni intermedi. Si registrano, invece, variazioni negative del 2,7% per i beni di consumo (-3,1% per i beni non durevoli e -1,4% per i beni durevoli) e del 2,4% per i beni strumentali. Nel confronto fra gennaio-luglio 2004 e lo stesso periodo del 2003 hanno registrato variazioni positive dell'1,3% i beni di consumo (+4,9% i beni durevoli, +0,7% i beni non durevoli) e dell'1% l'energia. I beni intermedi ed i beni strumentali hanno invece entrambi segnato una diminuzione dello 0,5%. Rispetto a giugno 2004, invece, la voce energia ha registrato una variazione pari a +1,9%, mentre i beni di consumo hanno messo a segno un +1,5% (+1,3% per i beni durevoli, +1,1% per i beni non durevoli). L'unica variazione congiunturale negativa è stata registrata dai beni strumentali (-0,3%).
Fra i diversi settori di attività economica «si sono evidenziate - spiegano i tecnici dell'Istat - tendenze molto diversificate: a livello tendenziale i maggiori incrementi sono stati realizzati dai mezzi di trasporto (+7,1%), dall'industria della carta (+3,4%) e dalla voce energia elettrica (+1%). I cali maggiori rispetto a luglio 2003 si sono invece registrati nell'industria delle pelli e delle calzature (-11,4%), nella produzione di apparecchi elettrici e di precisione (-6,8%) e nelle industrie alimentari (-6,5%)».
Nel periodo gennaio-luglio 2004 gli aumenti più significativi, rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente, si sono registrati nei settori della carta (+8,2%), delle altre industrie manifatturiere (+3,9%) e del metallo e dei prodotti in metallo (+2,7%). Le diminuzioni più marcate hanno invece interessato i comparti delle pelli e calzature (-9,9%), degli apparecchi elettrici e di precisione (-7,5%) e dell'estrazione di minerali (-3,6%).
Nel rendere noti i dati relativi all'andamento della produzione industriale nel mese di luglio, l'Istat ha comunicato di aver rivisto leggermente al rialzo le variazioni di giugno e di maggio. In particolare la variazione congiunturale registrata in maggio risulta pari a -0,1% a fronte del -0,3% inizialmente calcolato. Per quanto riguarda invece il mese di giugno l'indice grezzo della produzione industriale segna un +2,9% a livello tendenziale (+2,7% nei dati provvisori), -0,6% a livello congiunturale. Rivedendo i dati degli ultimi due mesi, l'Istituto nazionale di statistica ha sottolineato come nel secondo trimestre la variazione della produzione industriale risulti pari a 0, a fronte del -0,1% calcolato sulla base delle rilevazioni provvisorie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400