Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 12:01

NEWS DALLA SEZIONE

Forse per un litigio
Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

Agguato a Triggiano, grave un 38enne: due colpi all'addome

 
L'inchiesta sui giudici
Quell'incontro tra il pm ambizioso e Lotti organizzato dal papà di Renzi

Quell'incontro tra il pm ambizioso e Lotti organizzato da papà Renzi

 
Giudici & mazzette
«Mi parlò di Gladio e servizi, voleva500 euro al giorno per le sue amanti»

«Parlò di Gladio e servizi, voleva
500 euro al giorno per le amanti»

 
La protesta
Gazzetta, altri tre giorni di scioperoI giornalisti: silenzio dei commissariFnsi: non rispettati diritti giornalisti

Gazzetta, altri 3 giorni di sciopero:
«I commissari non rispondono» 
Fnsi: violati diritti dei giornalisti

 
Inchiesta da Lecce
Trani, arrestati due magistrati per corruzione e falso ideologico

Trani, arrestati due magistrati: processi venduti per soldi, Rolex e diamanti.Imprenditore confessa: così pagai milioni

 
Burrasca
Maltempo, vento forte su Puglia, Basilicata e Calbaria

Maltempo, vento forte su Puglia, Basilicata e Calabria

 
Per Filippo Capriati
Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

Il clan Capriati al porto di Bari, Autorità chiede 1mln di danni

 
L'incontro
Trivelle, Emiliano: «Sospensiva non ci accontenta, serve agenzia per bloccare ricerche in mare»

Trivelle, Emiliano: «Sospensiva non ci accontenta, bloccare ricerche in mare»

 
Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
In una zona di campagna
Foggia, bomba contro villa allevatore di polli: «Mai alcuna minaccia»

Foggia, bomba contro villa allevatore di polli: «Mai alcuna minaccia»

 
La cerimonia
Nadia Toffa è cittadina onoraria di Taranto: «Siete la mia forza»

Nadia Toffa è cittadina onoraria di Taranto: «Siete la mia forza»

 

L'esposizione all'amianto riconosciuta agli assicurati Inpdai

I benefici riconosciuti ai lavoratori che sono stati esposti per più di 10 anni all'amianto certificata dall'INAIL, sono stati estesi anche ai lavoratori iscritti al soppresso INPDAI (Ente di previdenza per i dirigenti d'aziende industriali) che alla data del 31 dicembre 2002 risultavano titolari di una posizione assicurativa
I benefici previdenziali riconosciuti ai lavoratori che sono stati esposti per più di 10 anni all'amianto (art.13, comma 8, legge n. 257/92) certificata dall'INAIL, sono stati estesi anche ai lavoratori iscritti al soppresso INPDAI (Ente di previdenza per i dirigenti d'aziende industriali) che alla data del 31 dicembre 2002 risultavano titolari di una posizione assicurativa presso tale Istituto.
Infatti, a decorrere dal 1° gennaio 2003, a seguito della soppressione dell'INPDAI (art. 42 legge n. 289/2002), sono stati iscritti All'INPS (all'assicurazione obbligatoria dei lavoratori dipendenti per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti) sia gli assicurati, sia i titolari di pensione a carico dell'Ente soppresso.
I benefici di legge
Il beneficio, per i lavoratori con documentata esposizione pluridecennale all'amianto, consiste nella moltiplicazione per il coefficiente 1,5 del periodo d'effettiva esposizione, sia ai fine del diritto, sia ai fini della misura della pensione.
La stessa legge prevede, inoltre (art.13, comma 7) l'estensione del beneficio anche ai titolari di posizione assicurativa che abbiano contratto malattie professionali (documentate dall'INAIL) a causa dell'esposizione all'amianto. In tal caso gli interessati dovranno produrre l'attestazione rilasciata dall'INAIL relativa all'insorgenza della malattia professionale insieme alla certificazione, rilasciata dallo stesso Istituto, attestante il periodo d'esposizione all'amianto.
La decorrenza
Il beneficio può essere riconosciuto solo per le pensioni liquidate o da liquidare dal 1° febbraio 2003 in poi e per quelle da ricalcolare perché liquidate con decorrenza sempre dal 1/2/2003 in avanti, senza l'attribuzione del predetto beneficio. Beneficio che può essere riconosciuto, a domanda, anche alle pensioni di reversibilità, in favore dei superstiti di pensionato la cui prestazione sia stata liquidata a partire dal 1° febbraio 2003, in poi e sulle pensioni indirette, di pari decorrenza, liquidate in favore di superstiti di lavoratore deceduto prima del pensionamento, che alla data del 31/12/2002 risultava essere titolare di pensione assicurativa INPDAI.
Quanto all'eventuale possibilità di estendere l'applicazione delle legge 257/92 alle pensioni liquidate in data anteriore al 1° febbraio 2003, si è in attesa dell'emanazione di specifiche direttive ministeriali.
Adolfo de Mattia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400