Martedì 13 Novembre 2018 | 18:42

NEWS DALLA SEZIONE

Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Il furto
Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

 
Inquinamento
Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
L'appuntamento

Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

 
L'udienza il 14 gennaio
Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
Vittima l'81enne Rocco Petrillo
Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

 
A Bari il flash mob
Emiliano al flash mob per libertà di stampa: «Giornalisti fondamentali in controllo democrazia»

Emiliano difende libertà di stampa: «Giornalisti necessari in controllo democrazia»

 
a Foggia
"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

 
L'operazione a Bari
Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF Bari sequestra 1 milione di ombretti e fard

Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF sequestra 1 milione di cosmetici cinesi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Molfetta - Spento incendio in discarica

Il fuoco è divampato nell'impianto di compostaggio per l'autocombustione provocata dalla fermentazione sotterranea dei rifiuti. Indagini dell'Arpa Puglia
MOLFETTA (BARI) - E' stato spento stamattina, dopo circa 24 ore, l'incendio divampato all'alba di ieri nell'impianto di compostaggio di rifiuti che un'azienda del gruppo Mazzitelli gestisce alla periferia di Molfetta, nel nord barese.
Il rogo ha interessato un cumulo di oltre 5.000 metri cubi di rifiuti stipati all'aperto ma non ha danneggiato le strutture dell'impianto che è sotto sequestro dall'aprile 2004 per presunte violazione ambientali. Stando alle indagini di carabinieri, vigili del fuoco e personale dell'Arpa, il rogo sarebbe scaturito quasi certamente dall'autocombustione provocata dalla fermentazione sotterranea dei rifiuti che, una volta a contatto con l'aria, provoca le fiamme che sollevano dense colonnine di fumo. Il fuoco è stato spento con l'impiego delle ruspe che hanno provveduto alla movimentazione dei rifiuti.
Indagini sono in corso da parte dell'Arpa Puglia per accertare se le esalazioni hanno contaminato l'ambiente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400