Giovedì 18 Luglio 2019 | 06:30

NEWS DALLA SEZIONE

L'amichevole
Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
Firmata l'intesa
Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
Rivoluzione trasporti cittadini
Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

 
L'idea di Adp
Il Battesimo del volo attera in Puglia: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

Puglia, battesimo del volo: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

 
Il caso
Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

 
L'ordinanza
Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

 
Nel barese
Putignano, GdF sequestra 10mila litri di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

Putignano, GdF sequestra 11 tonnellate di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Le dichiarazioni
Lecce, Lucioni: «Indispensabile mantenere l'equilibrio»

Lecce, Lucioni: «Indispensabile mantenere l'equilibrio»

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'incidente
Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

 
BatIl rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
GdM.TVIrredentismo: 100 anni dopo
Issano il tricolore a Fiume, l'impresa provocatoria in Croazia è di tre pugliesi

Issano il tricolore a Fiume, l'impresa provocatoria è di tre pugliesi

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
TarantoAccordo d'intesa
Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

 
PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Cassintegrati a migliaia in Fiat

Cig per una settimana (dal prossimo 27 settembre) a Termini Imerese, e per due settimane a Cassino. Fermi in 540 a Mirafiori. Sindacati preoccupati
TORINO - La cassa integrazione interesserà, dal 27 settembre al 3 ottobre, tutti i 1.400 lavoratori di Termini Imerese e, dal 27 settembre al 10 ottobre, i 3.600 di Cassino. A Mirafiori il provvedimento, oltre ai 540 addetti delle Carrozzerie, riguarda anche 250 lavoratori delle Presse.
Il ricorso alla cassa integrazione ordinaria, che da inizio anno ha un ritmo mensile soprattutto per gli stabilimenti Mirafiori, Termini Imerese e Cassino, è motivato con la necessità di equilibrare la produzione al mercato per non accumulare vetture invendute. Subito dopo le ferie la Fiat ha lasciato a casa una settimana in più i circa 1.400 lavoratori di Mirafiori delle linee Thesis, Lybra e 166, e i 3.600 di Cassino. «Questo ulteriore ricorso alla cassa integrazione - osserva Vittorio De Martino, responsabile della Fiom di Mirafiori - conferma la necessità di un incontro nazionale in cui si apra la discussione sulle prospettive industriali della Fiat».
«La Fiat - commenta il segretario generale della Uilm, Antonioni Regazzi - è ancora in mezzo alle difficoltà e bisogna lavorare per superarle. Solleciteremo l'incontro, che abbiamo già chiesto a luglio, per avere dati specifici sui singoli stabilimenti. Il nuovo ricorso alla cassa integrazione è preoccupante perchè il periodo di gestazione della crisi sta diventando troppo lungo. E anche la nuova organizzazione di Fiat Auto, che sarà annunciata domani, dimostra che si fatica di trovare un punto di equilibrio nel gruppo dirigente di prima linea».
«La cura Marchionne - osserva Roberto Di Maulo, segretario generale della Fismic - è interessante perchè sta andando in profondità e il cambio organizzativo rivela una cosa che gli operai si aspettavano: un grande ricambio del gruppo dirigente e un approccio meno burocratico che puntà alla qualità e alla valorizzazione delle persone. Nel frattempo però i segnali continuano a essere poco incoraggianti: la cassa integrazione all'Auto, il ventilato annuncio della Powertrain di chiudere la produzione del motore a Torino. L'impegno di Marchionne a convocare i sindacati deve tradursi in un incontro urgente e deve coinvolgere anche città e istituzioni».
Per Antonio Sansone, responsabile Fiat della Fim torinese, «il ritorno dalle ferie non è purtroppo diverso dalla partenza: dopo l'incontro del 29 luglio con Marchionne è urgente approfondire le novità presenti nel piano di organizzazione dell'Auto. Ci auguriamo che contenga le condizioni per rilanciare l'Auto a partire da Mirafiori e in un profilo di integrazione delle produzioni».
«La cassa integrazione - sottolinea il segretario generale della Fiom torinese, Giorgio Airaudo - conferma che, nonostante il fare e il disfare l'organizzazione dell'Auto, la musica per i lavoratori non è cambiata. E' urgente che i sindacati metalmeccanici, che domani riuniranno insieme le segreterie, varino una piattaforma per la salvaguardia dell'industria dell'auto, come si è fatto a Torino. Aspettiamo inoltre che le istituzioni locali ci riferiscano i risultati della loro azione di lobby».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie