Venerdì 18 Gennaio 2019 | 23:25

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
Sentenze tributarie pilotate
Sentenze tributarie pilotate: chieste 11 condanne a Bari

Bari, al processo «Gibbanza» pioggia di prescrizioni: chieste 11 condanne

 
La denuncia
Ex Ilva: da domenica raccolta di firme per esposto contro Arcelor Mittal

Ex Ilva: da domenica raccolta di firme per esposto contro Arcelor Mittal

 
A Bari
Giachetti contro Emiliano: «Ha lavorato per distruggere il Pd»

Giachetti contro Emiliano: «Ha lavorato per distruggere il Pd»

 
L'inchiesta
Cloro sporco in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

«Cloro sporco» in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

 
Ferrovie
Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

 
SERIE D
Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
La visita
Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

 

Italiani «malati» d'informazione

La medicina ha un posto di rilievo nel bisogno di informazione degli italiani: sono più di 6 milioni le persone che leggono settimanalmente notizie
ROMA - La medicina assume sempre più un posto di rilievo nel bisogno di informazione degli italiani: sono infatti più di 6 milioni le persone che leggono settimanalmente notizie riguardanti salute, terapie e prevenzione delle malattie.
Lo dice il Censis, sulla base dei dati raccolti dallo stesso Centro studi e dal Forum per la Ricerca Biomedica in occasione di una recente ricerca, da cui emerge appunto una crescita sostanziale dei lettori delle riviste dedicate al benessere e alla salute. Anche le tradizionali pubblicazioni sulla scienza sono dedicate ormai per il 55%, nei quotidiani, alla «biomedicina», mentre per quanto riguarda i telegiornali, quando parlano di scienza lo fanno nel 64% dei casi su argomenti di medicina. E all'interno dei servizi sulla medicina, la maggior parte tratta di «terapie».
C'è poi il capitolo Internet, un campo relativamente nuovo dove si ritrova una enorme quantità di informazioni medico-sanitarie: nel complesso sono 62 i siti italiani del settore che risultano abbastanza comprensibili ed esaustivi in materia, ma carenti di servizi on-line quali le consulenze mediche e psicologiche.
La ricerca aggiunge che nell'ambito dell'informazione sulla salute e la medicina, nell'ultimo anno si è registrata una crescita dell'attenzione per la prevenzione anche se trattata in termini generali. Infatti, negli inserti sanitari dei quotidiani nazionali il 28,8% degli articoli tratta di questioni legate all'assistenza sanitaria e alle cure; il 21,8% degli articoli si occupa delle politiche sanitarie, ma al terzo posto il 17,1% degli articoli è dedicato alla prevenzione.
Nell'ambito delle patologie gravi e molto gravi (cancro, malattie cardiovascolari, malattie dell'apparato digerente, ecc.) gli articoli trattano nel 36% dei casi della ricerca e delle sue scoperte, nel 27,1% dei casi delle cure e dell'assistenza sanitaria, nel 15 % dei casi della prevenzione.
Dei risvolti psicologici del paziente si parla invece appena nel 10,7% e l'informazione su questo vasto ambito non trova grande spazio negli articoli analizzati. Non ha uno spazio adeguato neanche il rapporto medico-paziente (5,6%), mentre è considerato rilevante (36%) il numero di articoli che forniscono informazioni pratiche ed utili per i lettori. Delle conseguenze sociali della malattia e di quanto può essere invalidante tratta solo il 22% degli articoli, mentre è ancor meno presente l'informazione sulle aspettative di vita dei malati (13,6%).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400