Martedì 21 Gennaio 2020 | 14:43

NEWS DALLA SEZIONE

nel Barese
Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

 
l'arrivo         
Papa Francesco a Bari a febbraio: il programma della visita

Papa Francesco a Bari il 23 febbraio: il programma della visita

 
serie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
strade
Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

Taranto, folle inseguimento per sfuggire all'alt: cc arrestano 18enne, non aveva mai preso la patente

 
banche
Pop-Bari, via libera dalla Camera al decreto legge, passa al Senato

Pop-Bari, via libera dalla Camera al decreto legge, passa al Senato

 
sanità
Oltre 30mila aspiranti per 200 posti di ausiliario: polemica su concorsi Asl Bari e Lecce

Oltre 30mila aspiranti per 200 posti di ausiliario: polemica su concorsi Asl Bari e Lecce

 
serie a
Lecce, brilla capitan Mancosu rincorrendo la salvezza

Lecce, brilla capitan Mancosu rincorrendo la salvezza

 
il siderurgico
Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal, su 'scudo' falsità»

Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal». Da addio impatto da 3,5 mld su Pil

 
il caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
procura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce VD

 
Serie A
Lecce calcio, il terzino Benzar ceduto al Perugia

Lecce calcio, il terzino Benzar ceduto al Perugia

 

Il Biancorosso

calciomercato
Bari, mercato bollente: Laribi, fantasia per Vivarini

Bari, mercato bollente: Laribi, fantasia per Vivarini

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barinel Barese
Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

Altamura, pubblicò online il video del marito con l'amante: in 4 processo

 
Potenzaserie c
Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

Tifosi investiti: curva del Potenza in lutto, niente trasferta

 
Leccenel leccese
Taviano, cinema proietta film con sottotitoli per bimbo non udente: il «grazie» di una mamma

Taviano, cinema proietta film con sottotitoli per bimbo non udente: il «grazie» di una mamma

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Batil caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
Materaprocura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce VD

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 

i più letti

Israele - 1.500 detenuti palestinesi hanno cominciato lo sciopero della fame

La protesta contro le loro condizioni di vita in prigione. Si stima che ben presto la protesta divamperà tra i circa 8mila altri detenuti
GERUSALEMME - Circa 1.500 palestinesi detenuti in Israele hanno cominciato oggi uno sciopero della fame a tempo indeterminato per protestare contro le loro condizioni di vita in prigione.
Si prevede che nei prossimi giorni lo sciopero si allargherà ad altre migliaia dei circa ottomila palestinesi che sono stati incarcerati da Israele.
Un portavoce delle autorità carcerarie israeliane, Ian Domintz, ha detto che stamane 1.464 detenuti, nella prigioni di Deshel, Nafha, Shata e Hadarim hanno rifiutato la prima colazione. Ha tuttavia precisato che gli scioperanti continuano a prendere alimenti liquidi, come il latte.
In reazione allo sciopero, annunciato nei giorni scorsi, le autorità hanno revocato agli scioperanti diversi privilegi, togliendo dalle loro celle radio e televisioni, privandoli dei giornali e negando a loro contatti con le famiglie e con i legali.
Gli scioperanti chiedono il miglioramento delle condizioni di detenzione, come telefoni pubblici nei bracci delle prigioni dove si trovano le loro celle, la rimozione delle lastre di vetro che impediscono contatti con i parenti nelle ore di visita, la fine di «umilianti» perquisizioni personali e altre concessioni ancora.
Ma il ministro della sicurezza interna Tzahi Hanegbi ha dichiarato che «non ci sarà il benché minimo compromesso con gli scioperanti». Essi, aveva dichiarato in una conferenza stampa lo scorso venerdì, «possono morire di fame, per quanto mi riguarda».
Hanegbi ha affermato che dietro lo sciopero, a suo dire politicamente motivato, ci sono i movimenti Hamas e Jihad Islamica.
Le autorità carcerarie sostengono che diversi attacchi terroristici sono stati progettati da palestinesi già in prigione in coordinamento tra loro. Anche la richiesta di telefoni avrebbe il fine di ordinare l'attuazione di nuovi attacchi.
Un esponente del comitato per la tutela dei detenuti palestinesi, Issa Karaka, in una conferenza stampa oggi a Ramallah ha negato che dietro lo sciopero vi siano Hamas e la Jihad Islamica e ha affermato che le condizioni di detenzione dei palestinesi sono in violazione del diritto internazionale e dei diritti umani.
Ha chiesto che sia costituita una commissione internazionale col compito di verificare le condizioni di vita dei palestinesi nelle prigioni israeliane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie