Martedì 13 Novembre 2018 | 18:42

NEWS DALLA SEZIONE

Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Il furto
Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

 
Inquinamento
Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
L'appuntamento

Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

 
L'udienza il 14 gennaio
Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
Vittima l'81enne Rocco Petrillo
Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

 
A Bari il flash mob
Emiliano al flash mob per libertà di stampa: «Giornalisti fondamentali in controllo democrazia»

Emiliano difende libertà di stampa: «Giornalisti necessari in controllo democrazia»

 
a Foggia
"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

 
L'operazione a Bari
Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF Bari sequestra 1 milione di ombretti e fard

Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF sequestra 1 milione di cosmetici cinesi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Killer in azione nel Napoletano: un morto

I criminali, armi in pugno, hanno fatto irruzione in un caseificio freddando il pregiudicato Massimo Migliaccio di 34 anni. E' il terzo omicidio in tre giorni
NAPOLI - Due killer sono entrati la scorsa notte poco dopo le 3, in un caseificio ed hanno ucciso un pregiudicato, Massimo Migliaccio di 34 anni. La vittima, freddata a colpi d'arma da fuoco, secondo quanto si è appreso, è morta sul colpo.
L'omicidio, il terzo in tre giorni nel napoletano, è avvenuto a Villa Ricca, popoloso centro del giuglianese. Migliaccio, che viveva a Marano, si era staccato da qualche tempo dal clan Di Girolamo, attivo nella zona. Questa decisione, probabilmente, è stata la causa principale della sua eliminazione. All'inizio dell'anno altri due uomini, molto legati a Migliaccio, erano stati uccisi a colpi di pistola.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400