Giovedì 18 Agosto 2022 | 03:26

In Puglia e Basilicata

Brilla a Taranto  l'orecchino di Maradona?

Brilla a Taranto  l'orecchino di Maradona?
di MARISTELLA MASSARI
Una misteriosa donna ha rilanciato durante l'asta che si è tenuta a Bolzano ed alla fine si è aggiudicata il gioiello appartenuto al Pibe de oro per 25mila euro. Il dubbio è che l'acquisto sia stato fatto per conto del calciatore Fabrizio Miccoli, definito il «Maradona del Salento» 

16 Gennaio 2010

di MARISTELLA MASSARI

TARANTO - Siamo proprio sicuri che Fabrizio Miccoli, il Maradona del Salento, non si sia aggiudicato l’ormai famigerato orecchino del Pibe de oro? Convinti della natura da «burlone» dell’attaccante salentino (la definizione virgolettata arriva dal suo stesso procuratore, l’avvocato Francesco Caliandro) abbiamo svolto qualche indagine nella città di provenienza della donna che l’altro ieri si è aggiudicata il gioiello all’asta di Bolzano. 

La timida e determinata signora che ha giocato al rialzo con l’emissario di un noto imprenditore campano, rilanciando fino alla somma di 25mila euro, è tarantina. Lavora come ragioniera per conto di un grosso imprenditore della città che, sarà un caso?, porta lo stesso cognome dell’attaccante. Fin qui solo coincidenze, si potrà obiettare. 
la signora che ha comprato lIeri mattina siamo stati, non annunciati, a far visita all’imprenditore. Alla domanda, a bruciapelo, se ci fosse lui dietro l’operazione «orecchino», ci ha risposto distogliendo lo sguardo. Un segnale che, per chi studia il linguaggio del corpo, o è un fan dell’investigatore della serie «Lie to me», cela imbarazzo per aver ingannato l’interlocutore. 

«Non l’ho comprato io. Sì, la donna che avete visto in tv è una mia dipendente». Un mistero, dunque. Per svelare il quale, ci siamo messi sulle tracce dell’acquirente che si è prestata a partecipare all’asta per conto terzi. Tutte le piste portano sempre a Miccoli. 

Il monile, andato all’asta, è stato venduto per 25mila euro. Era stato pignorato da Equitalia e dalla Guardia di Finanza, quando il Pibe de Oro si trovava in Italia, a Merano, per una cura dimagrante. Il calciatore argentino deve al fisco italiano 37 milioni di euro. Per questo motivo, ogni volta che entrerà in Italia il gruppo di riscossione crediti, insieme alle Fiamme Gialle, si adopereranno per il pignoramento di un oggetto di valore di sua proprietà, a parziale copertura del debito contratto con l’erario italiano. 

Fabrizio MiccoliFabrizio Miccoli, il Pibe del Salento, voleva avere quell’orecchino. Dopo che si era diffusa la notizia della vendita del cimelio, l’attaccante, che gioca sempre con la maglia numero 10 e che ha chiamato il figlio Diego, si era affrettato a smentire: «Non l’ho comprato io». Il giocatore si sarebbe mostrato anche piuttosto dispiaciuto per aver visto sfumare l’occasione di mettere le mani su quello che, per un fan come lui di Maradona, è un autentico oggetto del desiderio. 

A tingere ancora di più di giallo la vicenda, sono alcuni blog, secondo i quali l’autista della Bmw che ha prelevato la ragioniera che si è aggiudicata l’asta, indossava una maglietta con la scritta Palermo ricamata su un lato. Lo stesso imprenditore tarantino per cui la donna lavora ci ha confermato che la signora è in qualche maniera vicina al mondo del calcio. Magari vicina proprio al procuratore di Miccoli, l’avvocato Caliandro originario e residente, guarda un po’, sempre in provincia di Taranto. Forse il Pibe di Nardò, per quella sua natura un po’ «burlona» avrà pensato di giocare ai tifosi del Napoli un colossale scherzo e non vuole rovinare l’effetto sorpresa. E magari domani spunterà al San Paolo indossando l’orecchino di Maradona. Se così fosse si aggiudicherebbe il titolo di campione... della goliardia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725