Mercoledì 17 Agosto 2022 | 12:48

In Puglia e Basilicata

Trani, tangenti per "ammorbidire" ispettori del lavoro: condanne

Trani, tangenti per "ammorbidire" ispettori del lavoro: condanne
Il processo s'è concluso con 12 condanne, 7 patteggiamenti e 9 assoluzioni. Alla pena più alta (5 anni di reclusione) sono stati condannati gli ispettori del lavoro Angelo Volponi e Giovanni Maldera, e Giuseppe Gesualdo, condannato a 3 anni. A un anno è stato condannato l'ex consigliere provinciale del Pd Salvatore Tupputi, titolare di un Caf a Barletta. Tra gli indagati vi erano anche tre sottufficiali dei carabinieri e un maresciallo della guardia di finanza

13 Gennaio 2010

TRANI – Dodici condanne, sette patteggiamenti e nove assoluzioni: è l’esito del processo con riti alternativi conclusosi oggi a Trani dinanzi al gup del tribunale Grazia Miccoli, nei confronti di ispettori del lavoro imputati di concussione e corruzione per avere intascato, secondo le indagini della guardia di finanza, denaro per alleggerire i controlli in alcune aziende. I 28 imputati erano tra gli arrestati in due distinte operazioni compiute nel gennaio e nell’aprile 2009. 

Alla pena più alta (cinque anni di reclusione) sono stati condannati gli ispettori del lavoro Angelo Volponi e Giovanni Maldera, e Giuseppe Gesualdo, condannato a tre anni. A un anno è stato condannato l’ex consigliere provinciale del Pd Salvatore Tupputi, titolare di un Caf a Barletta. Tra gli indagati vi erano anche tre sottufficiali dei carabinieri e un maresciallo della guardia di finanza. 

I primi, che avrebbero rivelato ispezioni ancora da eseguire ad un consulente del lavoro, saranno processati a Bari per motivi di competenza territoriale, il finanziere è stato assolto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725