Domenica 14 Agosto 2022 | 03:12

In Puglia e Basilicata

A Casamassima seconda rapina a portavalori, rubati 100mila euro

A Casamassima seconda rapina a portavalori, rubati 100mila euro
di CARLO STRAGAPEDE
Secondo «colpo» in meno di un mese a un bancomat di Auchan, l’ipermercato che sorge a ridosso della statale 100. Ieri mattina, tre banditi a viso coperto, tutti armati di pistola, hanno aggredito due portavalori che stavano rifornendo la cassa del bancomat del Banco di Napoli e si sono fatti consegnare la valigetta contenente 100mila euro in contanti. Quindi sono fuggiti, facendo perdere le loro tracce

09 Gennaio 2010

CASAMASSIMA - Secondo «colpo» in meno di un mese a un bancomat di Auchan, l’ipermercato che sorge a ridosso della statale 100. Ieri mattina, tre banditi a viso coperto, tutti armati di pistola, hanno aggredito due portavalori che stavano rifornendo la cassa del bancomat del Banco di Napoli e si sono fatti consegnare la valigetta contenente 100mila euro in contanti. Quindi sono fuggiti, facendo perdere le loro tracce. È accaduto ieri, intorno alle 8,15. 

Sull’episodio indagano i Carabinieri della locale stazione e della compagnia di Gioia del Colle. Finora le ricerche dei malfattori non hanno dato alcun esito. 

Pochi giorni prima di Natale, un altro bancomat interno al centro commerciale era stato letteralmente svuotato in seguito a una «spaccata» notturna. Il personale dell’ipermercato aveva fatto la brutta scoperta l’indomani mattina. All’appello mancavano svariate decine di migliaia di euro. Come poi accertarono i militari, i banditi, rimasti ignoti, avevano infranto una vetrata e così erano penetrati all’interno dei locali. 

Ritorniamo alla rapina a mano armata di ieri mattina. Non è escluso che a entrare in azione sia stata la stessa banda di un mese fa. Questa, in dettaglio, una prima ricostruzione dell’accaduto. 
Intorno alle 8,15, il furgone portavalori dell’Ivri arriva all’ingresso principale di Auchan. Ne scendono i due addetti, i quali hanno l’incarico di rifornire il bancomat dell’istituto di credito, in modo da permettere ai clienti di prelevare danaro liquido. I due portavalori stanno per entrare nel vano bancomat, per completare il rifornimento, quando vengono aggrediti da tre malviventi, i quali probabilmente li avevano pedinati. 

I banditi sarebbero giunti a bordo di un «Fiat Scudo». Hanno il viso coperto da cappucci, indossano tute bianche e sono tutti e tre armati di pistola. I portavalori accennano una reazione. Ma i fuorilegge non perdonano. Uno di loro, brandendo il calcio dell’arma, sferra un colpo alla testa dell’agente che trasporta la valigetta. A quel punto i due addetti alla sicurezza non hanno scelta: sono costretti a consegnare ai rapinatori, oltre alla valigetta, anche le pistole d’ordinanza e i giubbotti antiproiettile. Gli aggressori si allontanano a bordo dello «Scudo», con il bottino, facendo perdere le loro tracce. 
Sulla vicenda indaga la Procura della Repubblica di Bari.
di CARLO STRAGAPEDE
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725