Martedì 16 Agosto 2022 | 14:43

In Puglia e Basilicata

Basilicata, ok impianti sciistici ma niente neve

Basilicata, ok impianti sciistici ma niente neve
di PINO PERCIANTE
Lo scirocco beffa gli sciatori degli impianti lucani. Il vento caldo del sud tiene lontana la neve e fa rinviare l’apertura della stagione sciistica. La neve sembrava anche arrivata tra il 19 e il 20 dicembre ma si è sciolta a causa dell’improvviso aumento delle temperature. Dopo un Natale senza fiocchi, solo una copiosa nevicata in extremis potrebbe cambiare la situazione in vista di Capodanno. Le previsioni lasciano qualche speranza e operatori turistici e gestori delle stazioni sciistiche incrociano le dita 

28 Dicembre 2009

di PINO PERCIANTE 

LAGONEGRO - Lo scirocco beffa gli sciatori degli impianti lucani. Il vento caldo del sud tiene lontana la neve e fa rinviare l’apertura della stagione sciistica nelle località della nostra regione dove gli appassionati di sci possono praticare il loro sport preferito. Dopo un Natale senza fiocchi, solo una copiosa nevicata in extremis potrebbe cambiare la situazione in vista di Capodanno. 

Le previsioni lasciano qualche speranza e operatori turistici e gestori delle stazioni sciistiche incrociano le dita. Anche perché in quota è tutto pronto. Situazione paradossale quella di quest’anno perché, se negli altri anni le abbondanti nevicate non avevano trovato pronta la gestione, in questa stagione gli impianti potrebbero partire anche subito ma, ironia della sorte, l’incognita è rappresentata proprio dalla carenza di manto bianco. 

Emblematico in questo senso è il caso del Sirino (nel comune di Lagonegro) che, per panorama e attrezzature, è la stazione sciistica più importante della regione. Dopo anni di chiusura e mancata gestione, dagli inizi del 2009 gli impianti sono stati affidati alla società «SirinoSci» che gestirà le piste per 10 anni, comprese quelle che ricadono sul versante di Lauria della montagna, in quanto un paio di anni fa i due comuni hanno deciso di unirsi e fare le cose assieme. Ma il superamento dei campanili e l’ar rivo di una società che pare in grado di ridare vigore alla stazione sciistica, non hanno portato, almeno fino ad ora, molta fortuna. 

La neve sembrava anche arrivata tra il 19 e il 20 dicembre ma si è sciolta a causa dell’improvviso aumento delle temperature che ha fatto slittare l’apertura anche delle altre stazioni sciistiche: Sellata-Pierfaone, Volturino–Viggiano e Pollino. Sul Volturino, dopo la nevicata del 19 dicembre, gli impianti erano entrati in funzione e a sentire gli addetti ai lavori c’era stata anche una buona affluenza, ma a causa dello scirocco il manto bianco si è dissolto e ora le piste sono nuovamente chiuse.

Insomma niente neve fresca ma caldo e sole in questo ultimo scorcio di 2009. Un clima decisamente atipico per il periodo che, almeno fino ad ora, ha costretto gli appassionati degli sport invernali a riporre gli sci negli armadi. In attesa che torni la neve, che prima o poi tornerà, (gli addetti ai lavori sperano in un ponte di Capodanno coi fiocchi), sul Sirino funzionano solo le strutture ricettive (il rifugio Italia a Lago Laudemio e quello di Conserva a Lauria). Fruibili anche le baite per un totale 60 posti letto. Gli impianti sportivi di Lago Laudemio comprendono una sciovia a due posti che conduce alla pista «Forcella Monte Papa», lunga 2,2 chilometri, e due sciovie che consentono l’accesso alla pista «Principianti» e alla pista «Monte Sirino». Gli impianti di Conserva invece sono costituiti da due sciovie: una di collegamento con Lago Laudemio e l’altra che consente di accedere alle piste Conserva 1 e Conserva 2. Anche il complesso di Sellata - Pierfaone dispone di una seggiovia e quattro sciovie, mentre sul Volturino (Marsicovetere) sono installate una seggiovia e una sciovia. A Viggiano ci sono tre piste per lo sci alpino (dove l’accesso è garantito da due sciovie), e un anello di fondo. Sul Pollino è possibile praticare lo sci di fondo in tre aree diverse: a Piano Pedarreto (Rotonda), a Piano Ruggio (Viggianello) e a Terranova del Pollino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725