Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:46

In Puglia e Basilicata

Nel Salento per il micro-credito ci pensa la Chiesa

Nel Salento per il micro-credito ci pensa la Chiesa
di BIAGIO VALERIO
La Chiesa dà una mano ai giovani. Non come sostegno spirituale ma questa volta con un gesto concreto: il micro prestito alle idee imprenditoriali. L’iniziativa è della diocesi di Nardò- Gallipoli che incoraggia, con un prestito agevolato, l’avviamento di piccole attività nei 18 comuni di sua competenza. Un’iniziativa particolarmente voluta dal vescovo Domenico Caliandro, che assieme al direttore della Caritas, lancia un appello a banche e privati
• «Le banche e i privati aiutino la nostra missione»
• I numeri per sostenere le nuove imprese

25 Dicembre 2009

di BIAGIO VALERIO

NARDÒ - Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno. Insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita. Il proverbio cinese sembra proprio aver ispirato il progetto “Genesi 2,15” della diocesi di Nardò-Gallipoli che incoraggia, con un prestito agevolato, l’avviamento di piccole attività. Occupazione dei giovani e slancio alla loro creatività, dunque, sono i temi portanti che spingono la Chiesa locale a testimoniare sì la carità ma anche a diventare, di fronte alla crisi economica sempre più evidente, fonte di sostegno economico concreto a progetti di sviluppo economico. Partendo da un assunto: disoccupazione e sottosviluppo sono forme di schiavitù. 

Ma che cosa dice il libro della Genesi, che è quello che apre la Bibbia? Ecco il versetto in questione: “Il Signore Dio prese l’uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse”. Chiaro, azzeccato e suggestivo: il nome del progetto riprende perfettamente la finalità di un’idea che nasce dalla convergenza di idee e competenze della Caritas diocesana, dell’Ufficio diocesano di pastorale sociale e del lavoro, del Progetto Policoro e del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica.

I potenziali beneficiari del micro-credito sono i giovani che intendono avviare un’attività d’impresa nei diciotto comuni della Diocesi di Nardò- Gallipoli e hanno bisogno di un credito iniziale o intermedio per far fronte alle spese di avvio dell’attività. Potranno accedere al finanziamento della loro idea di occupazione e voglia di fare, attraverso un bando e previa sottoscrizione di un codice etico i cui valori dovranno animare l’agire dell’impresa nei confronti della comunità locale, dei collaboratori, clienti e fornitori, nonché eventuali dipendenti. 

Sarà quindi una commissione diocesana appositamente costituita a valutare le richieste pervenute in base alla loro fattibilità e sostenibilità, al fine di accedere all’erogazione del prestito (4-5mila euro), in accordo con il partner bancario e le relative condizioni di restituzione del finanziamento. Per dare maggiore consistenza all’iniziativa , la Diocesi ha deciso di devolvere tutte le offerte dell’Avvento (conclusosi il venti dicembre) al progetto “Genesi 2,15”. Ma è ancora possibile sostenere il progetto con il conto corrente indicato dalla Caritas.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725