Martedì 09 Agosto 2022 | 03:53

In Puglia e Basilicata

60enne senza memoria muore di freddo per strada a Troia

60enne senza memoria muore di freddo per strada a Troia
Il corpo senza vita di R.M., originario del Gargano, sessant’anni, in cura presso una casa-famiglia di Troia, è stato ritrovato ieri mattina in un vallone in contrada «Tavernazza», a quattro chilometri dal piccolo centro della provincia di Foggia. Con molta probabilità R.M. è stata vittima del gelo di questi giorni, ma verosimilmente anche della malattia che gli provocava vuoti di memoria
• In Puglia si cammina sulle strade, treni in ritardo
• In Puglia e Basilicata da martedì piogge e meno freddo
• UNA LETTERA: «Ferrovie dello Stato che scandalo». Un'odissea da Parma a San Severo

21 Dicembre 2009

TROIA - Il corpo senza vita di R.M., originario del Gargano, sessant’anni, in cura presso una casa-famiglia di Troia, è stato ritrovato ieri mattina in un vallone in contrada «Tavernazza», a quattro chilometri da Troia, piccolo centro della provincia di Foggia. Con molta probabilità R.M. è stata vittima del gelo di questi giorni, ma verosimilmente anche della malattia che gli provocava vuoti di memoria. 

Il corpo senza vita di R.M. è stato ritrovato nelle prime ore della mattinata di ieri da alcuni ragazzi: hanno dato l’allarme e sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale caserma, i colleghi della compagnia di Foggia e il medico legale per l’ispezione cadaverica. Sul corpo senza vita dell’uomo non sono stati trovati segni di violenza. La prima diagnosi è che possa essere morto per il freddo. 

Sarà adesso la Procura di Lucera (Troia ricade nella giurisdizione del tribunale lucerino) a decidere se disporre l’autopsia o dare il nulla osta alla sepoltura. 

L’uomo tre giorni fa si era allontanato dalla casa di cura: non vedendolo rientrare era scattata la denuncia di scomparsa ai carabinieri. L’ipotesi degli investigatori è che l’uomo, proprio per la malattia di cui soffriva, possa aver avuto un vuoto di memoria, non trovando più la strada per tornare alla casa di cura, addormentandosi nel vallone e morendo di freddo. Il cadavere è stato trovato a circa un chilometro in linea d’aria dall’istituto dove viveva.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725