Giovedì 11 Agosto 2022 | 09:38

In Puglia e Basilicata

Bari, l'intrigo è donna all'esame da avvocato allontanate 9 candidate

Bari, l'intrigo è donna all'esame da avvocato allontanate 9 candidate
Dieci degli undici dottori in legge espulsi dalla prova di esame per l’ abilitazione alla professione di avvocato che ha celebrato ieri la sua seconda giornata, sono donne. Dieci aspiranti «principesse del foro» e un «principe» sono stati sorpresi da una commissione molto attenta, mentre armeggiavano con fotocopie, piccole pergamene, libri e in un caso anche con un telefono cellulare alla ricerca della risposta giusta ai quesiti contenuti nella traccia del tema da svolgere

17 Dicembre 2009

BARI - L’intrigo è donna. Dieci degli undici dottori in legge espulsi dalla prova di esame per l’ abilitazione alla professione di avvocato che ha celebrato ieri la sua seconda giornata, sono donne. Dieci aspiranti «principesse del foro» e un «principe» sono stati sorpresi da una commissione molto attenta, mentre armeggiavano con fotocopie, piccole pergamene, libri e in un caso anche con un telefono cellulare alla ricerca della risposta giusta ai quesiti contenuti nella traccia del tema da svolgere. 

Una «pratica», quella del ricorso all’aiuto severamente proibita, pena l’allontanamento. Una delle esaminande ad esempio è stata presa con le mani nella marmellata mentre tentava disperatamente di inviare una richiesta di aiuto via sms al mondo esterno, ignara del fatto che la maxi aula allestita all’interno dei padiglioni 18 e 19 del quartiere fieristico, quest’anno per la prima volta è stata schermata. Un’altra candidata invece è stata rispedita a casa per aver potenziato il giro vita e siliconato il petto con scorte di micro fotocopie di testi utili alla bisogna. Una terza candidata quando è stata sorpresa nella toilette in flagranza di intrigo con altre due complici, si è data letteralmente alla fuga. 

Tutto il materiale proibito e introdotto clandestinamente è stato requisito. Tranne gli spiacevoli siparietti appena citati l’esame si è svolto in un clima di assoluta tranquillità e correttezza, sotto l’occhio attento della commissione, presieduta dall’avv. Marida Dentamaro. Le prime due espulsioni, lo ricordiamo, sono avvenute nella giornata di martedì, ieri sono arrivate le altre nove. Contrariamente a quanto accaduto in occasione della prova di avvio, non ci sono stati ritardi di sorta, l’impianto di amplificazione questa volta ha funzionato e la commissione ha potuto dettare la traccia senza problemi. Hanno sostenuto la prova 1.871 candidati ai quali è stata richiesta la stesura di un parere motivato in diritto penale. [l. nat.]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725