Giovedì 11 Agosto 2022 | 07:03

In Puglia e Basilicata

Da Copertino un viaggio fantastico tra i fumetti «nuvole di carta»

Da Copertino un viaggio fantastico tra i fumetti «nuvole di carta»
di GIOVANNI GRECO
A diffondere, soprattutto in Puglia, i contenuti artistici e didattici della «nona arte» che accompagna il vivere e il convivere quotidiano, ci sta pensando Biagio Valerio che quest’anno, assieme ad Antonio Leo presidente dell’associazione Apice, ha scelto per la sesta edizione di «Nuvole di Carta» il castello di Copertino. Un poderoso festival del fumetto e della didattica che si svolgerà il 18, 19 e 20 dicembre tra le gallerie dell’antica fortezza angioina

15 Dicembre 2009

di GIOVANNI GRECO 

Definito «arte sequenziale » dal grande cartoonist americano Will Eisner, il fumetto si è conquistato da tempo il titolo di «letteratura disegnata». A diffondere, soprattutto in Puglia, i contenuti artistici e didattici della «nona arte» che accompagna il vivere e il convivere quotidiano, ci sta pensando Biagio Valerio che quest’anno, assieme ad Antonio Leo presidente dell’associazione Apice, ha scelto per la sesta edizione di «Nuvole di Carta» il castello di Copertino. Un poderoso festival del fumetto e della didattica che si svolgerà il 18, 19 e 20 dicembre tra le gallerie dell’antica fortezza angioina. 

All’inaugurazione (ore 9.30) di venerdì interverranno il sindaco, Giuseppe Rosafio, il presidente della Provincia, Antonio Gabellone, l’assessore regionale, Dario Stefàno, il presidente dell’Union3, Fernando Fai, e la direttrice del castello, Caterina Ragusa. Seguiranno, dibattiti, convegni, proiezioni di cortometraggi e presentazioni di libri di fiabe. L’evento, inserito nella rassegna «Natale copertinese», vede coinvolti dirigenti scolastici, editori, scrittori e animatori culturali le cui iniziative previste nel corso dei tre giorni, contribuiranno a rendere la manifestazione un mix di festa e cultura. 

Emilio Urbano, fumettista«Acceleratore di passioni, dimensione mentale nella quale non esistono luoghi comuni o clichè televisivi - ha spiegato Biagio Valerio - il fumetto è la nostra infanzia, è odore dei sogni, viaggio immaginario, fantasia dalle briglie sciolte». Attrazione principale di questo festival é la presenza di alcuni fumettisti tra i migliori nel panorama nazionale. Ci saranno i gemelli Raul e Gianluca Cestaro, nuovi disegnatori di Tex Willer, abituati a lavorare «a quattro mani». 
Con loro ci sarà anche Emilio Urbano (nella foto a destra), una delle «matite» più apprezzate della Walt Disney. 

Alessio Fortunato, artista noir e anche lui alla corte dell’editore Sergio Bonelli con le avventure vampiresche di Dampyr. Un altro disegnatore di spessore è Dante Spada, all’attivo numerose collaborazioni alla serie Martin Mystère. Tra gli invitati anche Giuseppe De Luca, matita della «Star comics» che illustra i personaggi di Nemrod e Pinkerton. 

E ancora: Ketty Formaggio, disegnatrice e colorista di Lupo Alberto; Antonio Mele (Melanton), vignettista e disegnatore; il vignettista e agente della Polizia di Stato, Paolo Piccione e la giovanissima fumettista Alessandra Melarosa. Ancora: Marco Cito (disegni e colori) e Domenico Cucci (soggetto e sceneggiatura), di «Cuore Nero». Accanto a loro non potevano mancare le «matite» copertinesi. Si tratta del medico Giuseppe Trono, autore di un fumetto sulla vita di san Giuseppe da Copertino e il giovane e raffinato caricaturista, Matteo Greco.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725