Mercoledì 10 Agosto 2022 | 08:15

In Puglia e Basilicata

Boeing 787, primo volo «Made in Grottaglie»

Boeing 787, primo volo «Made in Grottaglie»
di FULVIO COLUCCI
Ci sarà un pezzo di Puglia domani a Seattle sul Boeing 787 «Dreamliner» che spiccherà il primo volo dal «nido» di Everett sulla costa Ovest degli Usa. Un pezzo di Puglia, un pezzo di Taranto, lo sforzo di centinaia di dipendenti dello stabilimento Alenia di Grottaglie che di quell’aereo avveniristico producono le fu soliere. Decollerà verso sera il «Dreamliner», tra l’emozione del debutto e la soddisfazione per un «tormentato» cammino alla fine compiuto

14 Dicembre 2009

di FULVIO COLUCCI 

TARANTO - Ci sarà un pezzo di Puglia domani a Seattle sul Boeing 787 «Dreamliner» che spiccherà il primo volo dal «nido» di Everett sulla costa Ovest degli Usa. Un pezzo di Puglia, un pezzo di Taranto, lo sforzo di centinaia di dipendenti dello stabilimento Alenia di Grottaglie che di quell’aereo avveniristico producono le fu soliere. Decollerà verso sera il «Dreamliner», tra l’emozione del debutto e la soddisfazione per un «tormentato» cammino alla fine compiuto. La notizia è giunta ieri pomeriggio con una nota della società americana Boeing. Alle 19 di domani (le 10 del mattino a Seattle sulla costa Ovest degli Stati Uniti) il 787 «Dreamliner» si alzerà nei cieli Usa. 

Il debutto del modernissimo aereo - interamente creato con materiali compositi (fibra di carbonio) - è una notizia da accogliere con soddisfazione perché l’industria aeronautica pugliese ha dato il suo contributo. Il Boeing 787 è costruito in diversi stabilimenti del mondo: Stati Uniti, Italia, Giappone e fa concorrenza all’Airbus europeo nel grande gioco del mercato internazionale degli aerei da trasporto passeggeri. 

Il decollo del Boeing 787 «Dreamliner» si attendeva da tempo. Più volte rimandato per problemi tecnici, il primo volo rappresenta un passaggio decisivo. Ridarà slancio alla produzione visti anche i nuovi investimenti in arrivo. Pochi giorni fa la United Airlines ha rimpinguato portafoglio ordini della Boeing con 4 miliardi di dollari, presentando una ri chiesta per la produzione di 25 velivoli in più. Ora il numero complessivo di modelli richiesti alla società aeronautica americana è di poco inferiore a mille. 

Una conferma per lo stabilimento Alenia di Grottaglie già lanciato verso l’impennata produttiva: l’incremento non solo è una realtà ma si rafforza ancora. La fine del 2009 rasserena in via definitiva l’orizzonte dell’industria aeronautica pu gliese. Anche perché la gestazione del Boeing 787 «Dreamliner» è stata piuttosto la boriosa negli ultimi 12 mesi. 
Lo scorso anno, proprio a di cembre, l’attività a Grottaglie fu bloccata per un problema legato ai fastner, bulloni che servono all’assemblaggio delle varie parti della fusoliera. Un nuovo stop la scorsa estate quando spuntarono difetti nell’attaccatura delle ali del 787 «Dreamliner» attribuiti però agli stabilimenti giapponesi del Gruppo Boeing. Nello stesso periodo, però, furono registrate altre imperfezioni alle fusoliere. Gli inconvenienti sono stati superati in una corsa contro il tempo. In autunno il recupero completo di ogni gap; il 787 ha così potuto avviare la fase delle prove finali. 

E per Alenia a Grottaglie, nel frattempo, anche l’importante tra sformazione societaria: la società Alenia Composite ha ceduto il passo a Alenia Aeronautica capofila del Gruppo. La società Boeing fa sapere che sabato scorso «l’aereo ha completato con successo gli ultimi collaudi che precedono il primo volo: i rullaggi ad alta velocità. Il Boeing 787 ha così raggiunto la velocità massima di 130 nodi (240 chilometri orari), alzando il muso e staccando il carrello anteriore dal la pista di Paine Field, ad Everett (nei pressi di Seattle dov’è lo stabilimento Boeing, ndr). Il volo è soggetto alle condizioni meteo» fanno sa pere dagli States. Quindi buona visibilità, assenza di «acqua ferma» sulla pista, poco vento. Il tutto incrociando le dita.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725