Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:20

In Puglia e Basilicata

Consigliere gambizzato a Massafra, forse il movente è politico

Consigliere gambizzato a Massafra, forse il movente è politico
MASSAFRA - Ci potrebbe essere la politica, qualche atto amministrativo, dietro al ferimento del consigliere comunale di Massafra Cosimo Semeraro, il 60enne ex dipendente Ilva, ora in pensione, gambizzato venerdì sera, per strada mentre tornava a casa, in via Santa Caterina, nella zona est della popolosa cittadina.

13 Dicembre 2009

di MIMMO MAZZA

MASSAFRA - Ci potrebbe essere la politica, qualche atto amministrativo, dietro al ferimento del consigliere comunale di Massafra Cosimo Semeraro, il 60enne ex dipendente Ilva, ora in pensione, gambizzato venerdì sera, per strada mentre tornava a casa, in via Santa Caterina, nella zona est della popolosa cittadina.

L'uomo, stando a quanto ricostruito dai carabinieri, è stato avvicinato da un individuo, con il volto parzialmente coperto da un fazzoletto, che ha esploso quattro colpi di pistola indirizzati verso gli arti inferiori. Tutti i proiettili sono entrati e usciti dalle gambe. Fortunatamente Semeraro ha riportato solo una frattura al dito del piede sinistro per la quale è stato ricoverato in ospedale e sottoposto a intervento chirurgico. Trenta i giorni di prognosi stabiliti dai medici dell’ospedale di Castellaneta che lo hanno curato dopo i primi trattamenti assicurati dal personale in servizio al «Pagliari». Subito dopo l'intervento, l'uomo è stato dimesso, facendo rientro a casa.

Semeraro, consigliere di maggioranza nel centrodestra, eletto nella lista «La Puglia prima di tutto», movimento che fa riferimento al ministro Raffaele Fitto, già nello scorso mese di gennaio era stato aggredito e picchiato da quattro sconosciuti che gli avevano provocato lesioni guaribili in 20 giorni. Per questa vicenda, una persona risulta destinataria di una richiesta di rinvio a giudizio che sarà esaminata dal giudice per l’udienza preliminare a metà febbraio. L’imputato ha peraltro sempre respinto ogni addebito, tanto da denunciare a sua volta Semeraro per calunnia.

Sull'episodio dell’altra sera indagano sia i carabinieri della Compagnia di Massafra che quelli del Reparto operativo del comando provinciale di Taranto.

Per l'agguato è stato usato quasi certamente un revolver poichè sull'asfalto non sono stati trovati bossoli. Gli investigatori stanno scavando nella vita di Semeraro per ricavare elementi utili alle indagini. Indagini che, peraltro, inevitabilmente riguardano il ruolo politico e amministrativo svolto da Semeraro ed in particolare alcune sue proposte formulate alla Giunta guidata dal sindaco Martino Tamburrano (Pdl) e divenute operative.

L’amministrazione comunale si è subito stretta attorno alla famiglia del consigliere Semeraro, condannando duramente l’accaduto. «Respingiamo fermamente tali gravi atti - dice il sindaco Martino Tamburrano - nei confronti della persone nonché rappresentante delle istituzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725