Martedì 13 Novembre 2018 | 19:33

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente a Torremaggiore (FG)
Foggia, imprenditrice 48enne muore schiacciata da muletto

Foggia, imprenditrice 48enne muore schiacciata da muletto

 
Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Il furto
Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

 
Inquinamento
Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
L'appuntamento
Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: rivedi la diretta

 
L'udienza il 14 gennaio
Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
Vittima l'81enne Rocco Petrillo
Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

 
A Bari il flash mob
Emiliano al flash mob per libertà di stampa: «Giornalisti fondamentali in controllo democrazia»

Emiliano difende libertà di stampa: «Giornalisti necessari in controllo democrazia»

 
a Foggia
"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Grave incidente: muoiono 5 giovani

Non hanno avuto scampo cinque persone a bordo di due auto diverse che la notte scorsa, sulla superstrada Cassino-Sora, si sono scontrate frontalmente
CASSINO - Un boato e poi la fine. Non hanno avuto scampo cinque persone a bordo di due auto diverse che la notte scorsa poco prima dell'una sulla superstrada Cassino-Sora in territorio di Cassino si sono scontrati frontalmente. A perdere la vita due fratelli che vivono nella città martire, Erica Posito di 21 anni ed il fratello Danilo, diciannovenne.
Nella loro Lancia Y c'era anche Armando Manetta, anch'esso diciannovenne. Sull'altra vettura, un'Alfa 75, c'erano Guido Scannicchia, 36 anni di Villa Latina e Giuliano Capalbi, 41 anni di Pecinisco.
La dinamica del tremendo incidente è al vaglio dei carabinieri della compagnia di Cassino. Lungo quel tratto di strada, una delle più pericolose del centro Italia, il 10 febbraio di quest'anno, a circa un chilometro di distanza dalla tragedia di ieri sera, si rovesciò un pullman di studenti. A morire furono due giovani, gli altri 35 occupanti del mezzo riuscirono a cavarsela per puro miracolo. Il tratto di superstrada è rimasto chiuso fino a questa mattina alle 6.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400