Mercoledì 17 Agosto 2022 | 13:26

In Puglia e Basilicata

Barletta, cento piccioni morti al suolo in pochi minuti

Barletta, cento piccioni morti al suolo in pochi minuti
La moria di volatili avvolta dal mistero. Le cause saranno accertate dall’autopsia disposta dalle autorità veterinarie dell’Asl: si sospetta un avvelenamento. Le carcasse sono state rimosse ma l’improvvisa moria di uccelli desta qualche apprensione nella cittadinanza anche perchè nella zona portuale ci sono numerosi silos che contengono grano e cereali

03 Dicembre 2009

BARLETTA – Si sono schiantati al suolo uno dopo l’altro, nel giro di pochi minuti, in una vasta area di Barletta (dal porto alla città vecchia, sino a piazza Marina), rimanendo stecchiti: alla fine si sono contati circa cento piccioni morti per cause che saranno accertate dall’autopsia disposta dalle autorità veterinarie dell’Asl. Le carcasse sono state rimosse ma l’improvvisa moria di uccelli desta qualche apprensione nella cittadinanza anche perchè nella zona portuale ci sono numerosi silos che contengono grano e cereali. 

«Questo però – spiega il comandante della Capitaneria di porto di Barletta, Giuseppe Stola – non vuol dire che la morte degli uccelli sia collegabile al fatto che possano beccare quel grano perchè sono precipitati mentre volavano e non quando erano a terra». «E' escluso – aggiunge l’ufficiale – qualsiasi collegamento tra il decesso e l’attività portuale e quanto si trova nel porto, e questo per diversi ordini di motivi. Da giorni non è entrata alcuna nuova nave e prima di oggi non si è verificato alcun fenomeno simile». Secondo il responsabile del nucleo di polizia ambientale cittadino, Pino Cava, gli uccelli potrebbero essere stati avvelenati all’esterno dell’area portuale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 

LECCE

Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725