Mercoledì 10 Agosto 2022 | 18:29

In Puglia e Basilicata

L'Università di Lecce inventa i gadget: magliette felpe, penne e borse

L'Università di Lecce inventa i gadget: magliette felpe, penne e borse
LECCE - Chi lo vede come un modo per «aumentare il senso di appartenenza alla comunità accademica» e chi invece come «un’operazione di marketing volta a risollevare le casse dell’ateneo». Pareri a parte, una cosa è certa: da oggi vedremo il nuovo marchio dell’Università del Salento su magliette, felpe, borse, penne, tazze e cappellini. Ieri mattina, nella sede del rettorato, è stata presentata la prima gamma di prodotti griffati con un originale logo dell’ateneo - una «U» accentata.

29 Novembre 2009

di Flavia Serravezza

LECCE - Chi lo vede come un modo per «aumentare il senso di appartenenza alla comunità accademica» e chi invece come «un’operazione di marketing volta a risollevare le casse dell’ateneo». Pareri a parte, una cosa è certa: da oggi vedremo il nuovo marchio dell’Università del Salento su magliette, felpe, borse, penne, tazze e cappellini. Ieri mattina, nella sede del rettorato, è stata presentata la prima gamma di prodotti griffati con un originale logo dell’ateneo - una «U» accentata - ideato e donato gratuitamente dall’architetto Aldo Foresta, del Centro studi «Punto a Sud Est», che si occupa della valorizzazione del territorio salentino attraverso l’arte, l’architettura e il design.

gadget felpe & co con logo Università«Il logo non poteva che guardare al nostro territorio - spiega l’architetto Foresta - tant’è che ripercorre la linea della costa salentina andando a formare una “U”, per la quale è stato scelto il colore blu del mare. Ma il Salento, con il suo limite territoriale, diviene anche apertura fuori dal Mediterraneo, un’eccezione che si schematizza in un accento per il quale abbiamo invece scelto il colore verde oro-oliva, suggerito dai nostri ulivi e vigneti».

Tuttavia, come già in uso in molte università italiane, ogni facoltà si riconoscerà per il colore del logo: giallo per Economia e commercio; nero per Ingegneria; bianco per Lettere e filosofia; blu per Giurisprudenza, e così via.

Anche gli uffici o il rettorato si distingueranno attraverso l’utilizzo di una carta intestata con colori differenti: la segreteria e gli uffici amministrativi in scala di grigi, il rettorato con il giallo oro.

La realizzazione del merchandising dell’ateneo - fenomeno storicamente radicato nei campus anglosassoni per i quali rappresenta un vero e proprio business - è stata affidata alla cooperativa Lecce Città Universitaria, che si occuperà anche della vendita dei prodotti, il tutto a costo zero per l’Università. Dal 1° dicembre, articoli sportivi o per il tempo libero, e tutti gli altri gadget griffati Università, si possono acquistare presso lo shop allestito all’interno delle Officine Cantelmo. Sono, inoltre, in fase di stipula alcune convenzioni con attività commerciali leccesi, che diventeranno punti vendita autorizzati dei gadget dell’Università del Salento.

Per il rettore Domenico Laforgia, questa iniziativa è «una ventata di modernità che avrà soltanto ricadute positive, sia in termini di immagine, per rafforzare l’identità dell’ateneo, sia in chiave economica, per risollevare le “magre” casse dell’Università, visti i tagli paventati dal Ministero». Poi avanza una proposta: «Se per Natale non sapete cosa regalare ad amici e fidanzati, pensate che acquistando questi gadget contribuerete a migliorare la nostra Università, quindi avrete fatto la vostra buona azione».

Il merchandising dell’ateneo offre prodotti di qualità e alla moda, a prezzi convenienti: oltre alla linea di abbigliamento, anche sciarpe, agende, set regalo con portafogli, portachiavi e penna. Il marchio «Ù» non è particolarmente «invasivo», e questa scelta rende i prodotti più appetibili, adatti non solo agli studenti universitari.

Accanto al lancio del merchandising, è stata annunciata in anteprima anche la nascita di una casa editrice dell’ateneo salentino, che stamperà la manualistica per gli studenti ad un costo inferiore di quello presente sul mercato, con lo scopo di ridurre l’illegale abitudine di fotocopiare integralmente i libri di testo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725