Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:36

In Puglia e Basilicata

Omicidio Meredith «Raffaele è innocente è seconda vittima»

Omicidio Meredith «Raffaele è innocente è seconda vittima»
PERUGIA - Con l’arringa di uno dei legali di Raffaele Sollecito, l’avvocato Luca Maori, è ripreso stamani, a Palazzo di giustizia, il processo davanti alla Corte d’assise di Perugia a Raffaele Sollecito e Amanda Knox, accusati dell’omicidio di Meredith Kercher. Presenti i due imputati in aula. «Raffaele è la seconda vittima di questa vicenda», ha proseguito Maori. Indagini su genitori Amanda per diffamazione Polizia

28 Novembre 2009

PERUGIA - "Difendere un innocente è sempre più difficile che difendere un colpevole. Raffaele è stato descritto come il peggiore dei ragazzi, è stato offeso e colpito nei suoi affetti più cari. Raffaele è la seconda vittima di questa vicenda". Lo ha detto l’avvocato Luca Maori, difensore di Raffaele Sollecito, durante l’arringa nel processo davanti alla Corte d’Assise di Perugia per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. 

"Si è voluto cucire su di lui - ha proseguito Maori - un abito che non gli appartiene, è stato descritto come un ragazzo dedito alla droga, ai film porno e alla ricerca di emozioni forti. Si è scavato morbosamente nel suo passato e in quello della sua famiglia, nella morte prematura della madre". 

"In questo processo - ha continuato il legale che ha fatto riascoltare in aula la conversazione su Skype tra Rudy Guede e un amico dell’ivoriano - c'è già un colpevole: Rudy Hermann Guede, condannato a 30 anni".

INDAGINI SU GENITORI AMANDA PER DIFFAMAZIONE POLIZIA 
I genitori di Amanda Knox, Curt Knox ed Edda Mellas, hanno ricevuto ieri sera dalla Procura della Repubblica di Perugia un avviso di conclusione delle indagini per il reato di diffamazione a mezzo stampa nei confronti di alcuni agenti della squadra mobile del capoluogo umbro. 

In particolare nel provvedimento si fa riferimento a una intervista rilasciata nel giugno 2008 dai genitori della studentessa di Seattle a un giornale inglese, nella quale Curt Knox e Edda Mellas avevano riferito che Amanda aveva detto loro di avere subito degli abusi durante gli interrogatori in questura, prima del suo fermo del sei novembre del 2007. 

I genitori di Amanda Knox sono in questi giorni nel capoluogo umbro per seguire le ultime fasi del processo alla figlia, accusata, insieme a Raffaele Sollecito e Rudy Guede, dell’omicidio di Merdith Kercher.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725