Venerdì 07 Ottobre 2022 | 01:13

In Puglia e Basilicata

La Bongiorno è malata: slitta processo per l'omicidio di Mez

La Bongiorno è malata: slitta processo per l'omicidio di Mez
La difesa del pugliese Raffaele Sollecito potrebbe chiedere un differimento delle arringhe nel processo per l'omicidio di Meredith Kercher a causa di una lieve indisposizione dell'avvocato Giulia Bongiorno, in ospedale per sospetta appendicite. Intanto, hanno trascorso una notte tranquilla nel carcere di Perugia dove sono entrambi rinchiusi, Sollecito e Amanda Knox per i quali ieri i pm hanno chiesto la condanna all'ergastolo con isolamento diurno perchè ritenuti responsabili dell'omicidio di Meredith Kercher

22 Novembre 2009

PERUGIA – La difesa di Raffaele Sollecito potrebbe chiedere un differimento delle arringhe nel processo per l’omicidio di Meredith Kercher a causa di una lieve indisposizione dell’avvocato Giulia Bongiorno, in ospedale per sospetta appendicite.

In base al calendario stilato ieri dalla Corte d’assise di Perugia, l’intervento dei legali del giovane pugliese – gli avvocati Bongiorno e Luca Maori – è in programma tra sabato prossimo e lunedì 30 novembre.


NOTTE TRANQUILLA IN CARCERE PER SOLLECITO E KNOX
Hanno trascorso una notte tranquilla nel carcere di Perugia dove sono entrambi rinchiusi, Raffaele Sollecito e Amanda Knox per i quali ieri i pm hanno chiesto la condanna all’ergastolo con isolamento diurno perchè ritenuti responsabili dell’omicidio di Meredith Kercher. Nei confronti dei due ex fidanzati – che si proclamano innocenti – è stata comunque aumentata la vigilanza come previsto dalla normali prassi per tutti i detenuti in situazioni analoghe. 

Dopo la richiesta di condanna da parte dei pubblici ministeri, la Knox, apparsa piuttosto provata, aveva preso la parola in aula per una breve dichiarazione spontanea per ribadire la sua innocenza. Lo aveva fatto con la voce incrinata dalla commozione. Uno stato d’animo che ha continuato ad avere nelle ultime ore anche in carcere (occupa una cella con altre detenute) dove si sarebbe anche lasciata andare a momenti di pianto. 

Più tranquillo invece Sollecito rinchiuso in una sezione della struttura di Capanne riservata agli accusati di reati a sfondo sessuale. Stamani ha passeggiato nel cortile esterno come al solito e poi è rientrato nella cella che divide con un altro detenuto. Nell’aula della Corte d’assise di Perugia, il giovane pugliese ha assistito in silenzio alla requisitoria dei pm, impegnato nella lettura di atti processuali della sua difesa. 

“Mi sembra di vivere in un altro mondo” aveva poi detto all’avvocato Luca Maori, uno dei suoi difensori. “Quella sera (quella del delitto – ndr) – ha aggiunto – io stavo a casa mia. Come fanno a dire quelle cose?”.

IN VIDEO PM PROGRAMMI GRAFICI CON EFFETTI SPECIALI 
Ha applicato in ambito giudiziario programmi grafici utilizzati anche per gli effetti speciali al cinema e in tv, il filmato che propone lo svolgimento dell’omicidio di Meredith Kercher secondo quella che è la ricostruzione della procura di Perugia, proiettato ieri nell’ambito della requisitoria dei pm nel processo a Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox. Si tratta di una vera e propria animazione con immagini digitalizzate prodotta dalla "Nventa id", società umbra che già opera in servizi di supporto agli inquirenti. 

Dura una ventina di minuti e in essa sono ricostruiti quelli che secondo la procura perugina sono stati gli spostamenti degli imputati prima del delitto, la presunta dinamica dell’omicidio e le fasi successive. Un filmato in quattro dimensioni, realizzato partendo da mappe di Google e da fotografie agli atti dell’inchiesta. Sono stati indicati i percorsi seguiti dai due imputati e da Rudy Guede; ricostruiti inoltre gli interni della casa del delitto, hanno spiegato i responsabili della Nventa id, «rispettando le proporzioni» dei locali e delle persone presenti. Sempre dalle foto agli atti, gli esperti informatici hanno ricostruito le figure computerizzate di Sollecito, Knox e Guede. Il filmato è chiuso dall’audio originale della chiamata fatta dal giovane pugliese al 112.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725