Giovedì 11 Agosto 2022 | 08:07

In Puglia e Basilicata

Fitto: «Mazzetta? sì...con un bonifico bancario»

Fitto: «Mazzetta? sì...con un bonifico bancario»
Il ministro per gli Affari Regionali ha respinto all’udienza preliminare i reati di corruzione e di illecito finanziamento ai partiti che la procura di Bari gli contesta nel procedimento "La Fiorita" nel quale l’ex governatore della Puglia è tra i 78 imputati assieme all’editore Giampaolo Angelucci che, secondo l'accusa, versò a Fitto una mazzetta da 500mila euro. «Sfido chiunque a trovare fondi neri nei bilanci del partito

16 Novembre 2009

BARI - Se quanto sostiene l'accusa fossevero “sarei il primo politico al mondo ad aver ricevuto una tangente con bonifico bancario”. Così il ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto, ha respinto all’udienza preliminare i reati di corruzione e di illecito finanziamento ai partiti che la procura di Bari gli contesta nel procedimento 'La Fiorità nel quale l’ex governatore della Puglia è tra i 78 imputati assieme all’editore Giampaolo Angelucci che, secondo l'accusa, versò a Fitto una mazzetta da 500mila euro. 

Il ministro Fitto – a quanto si è saputo, perchè l’udienza preliminare si svolge a porte chiuse – ha poi aggiunto: “Sfido chiunque a trovare fondi neri o irregolarità nei bilanci del partito 'La Puglia prima di tuttò. Metto a disposizione la testimonianza del tesoriere del mio partito affinchè si accerti tutta la verità”. Il ministro ha insistito sull'insussistenza delle accuse, affermando che la “regolarità” del bilancio incriminato del suo partito è stata “certificata” dalla Corte dei Conti e dalla Camera dei Deputati. 

Fitto ha poi ripercorso passaggi dell’indagine affermando che le ipotesi accusatorie partono dalla contestazione di “un falso inesistente” dalla quale si arriva poi ad attribuirgli i reati di corruzione e illecito finanziamento ai partiti. “Tutto – ha sottolineato il ministro – per un appalto gestito non dalla Regione ma esternamente, da una commissione i cui componenti non sono mai stati indagati, ma sono stato indagato io”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725