Mercoledì 10 Agosto 2022 | 19:35

In Puglia e Basilicata

Mesagne, vince auto con tessera fedeltà non sua: in causa

Mesagne, vince auto con tessera fedeltà non sua: in causa
MESAGNE - «Scopri e vinci» o «scopri… che l’ha vinto un altro»? Il beffardo episodio è accaduto appena qualche giorno addietro a Mesagne e ha visto protagonista una giovane casalinga del luogo. Nel tardo pomeriggio di mercoledì 4 novembre la signora M.G.L. si era recata per gli acquisti alimentari in un noto supermercato della città.

15 Novembre 2009

di GIUSEPPE FLORIO

MESAGNE - «Scopri e vinci» o «scopri… che l’ha vinto un altro»? Il beffardo episodio è accaduto appena qualche giorno addietro a Mesagne e ha visto protagonista una giovane casalinga del luogo. Nel tardo pomeriggio di mercoledì 4 novembre la signora M.G.L. si era recata per gli acquisti alimentari in un noto supermercato della città. 

Al momento di pagare, in fila alla cassa, la cassiera le aveva chiesto la «fidelity card», una carta erogata dalla catena di supermercati contraddistinta da un colore preciso, qui omesso per non identificarne l’intestazione. Con quella carta i clienti possono farsi accreditare i punti come previsto dal regolamento interno e ricevere i «gratta e vinci» (però denominati «Scopri e vinci») per una promozione in corso in quel periodo valevole dal 2 al 29 novembre. In base a quella promozione, spendendo per un importo superiore a 20 euro, il cliente titolare di una «fidelity card» aveva diritto ad ottenere una di quelle cartoline, grattare sull’apposito spazietto argentato e tentare la sorte per vincere alcuni ghiotti premi: il più importante dei quali era una Fiat Panda Dynamic 1.2 benzina ben accessoriata del valore accreditato di circa 10 mila euro.

Ignara di ciò che le stava per accadere, la giovane donna attendeva il proprio turno. Nel frattempo, la cassiera non avendo concluso le operazioni con il cliente precedente, «soltanto dopo aver passato alla lettura dell’apparecchio POS la sua “fidelity card”» la informava di aver inserito la spesa dell’altro cliente sulla sua carta, per potergli permettere di usufruire di alcuni sconti su determinati prodotti messi nel carrello. Così, come gesto di inopinata cortesia, per il semplice fatto che quel cliente non si era associato richiedendo ed ottenendo la carta in questione.

«Non ho avuto il tempo di dissentire», spiega la signora prima baciata e poi tradita dalla fortuna, amante spesso vorace ed infedele. «Ho capito subito che l’operazione della commessa era irregolare, perché il regolamento del supermercato prevede esplicitamente che la tessera non venga ceduta ad alcuno. C’è addirittura, tra i clienti del negozio, chi afferma che la cessione della carta sia una sorta di prassi in quel supermercato per ottenere i desiderati sconti». Un’operazione fulminea: la cassiera usa la carta della casalinga per scontare alcuni prodotti al cliente che la sopravanzava il quale, avendo speso più dei 20 euro, otteneva il “gratta e vinci”, anzi lo “Scopri e vinci” che si…scoprirà fortunato!

La mattina seguente il cliente indebitamente beneficiario della “carta fedeltà” torna nel supermercato camminando ad un palmo da terra: il giorno prima aveva grattato il tagliando argentato apprendendo con sua somma sorpresa di aver vinto…proprio il primo premio, e cioè la costosa Fiat Panda! Immaginando che sarebbe scoppiato il «caso» proprio con la giovane cliente del giorno prima, i gestori del supermercato si industriarono per rintracciarla e metterla al corrente dell’accaduto. 

A chi spetta il premio, allora? A chi l’ha materialmente vinto grattando il tagliando ottenuto grazie alla “fidelity card” di un’altra persona, peraltro ignara del prestito? Oppure alla legittima proprietaria della card che, se le operazioni fossero state dalla cassiera eseguite a norma, pochi secondi dopo avrebbe legittimamente guadagnato il tagliando fortunato? Ora è proprio costei a rivendicare il premio: «Andrò fino in fondo alla faccenda, anche a costo di adire le vie legali. Nessuno richieda ancora la Fiat Panda, sarò io a guidarla».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725