Giovedì 18 Agosto 2022 | 02:54

In Puglia e Basilicata

Brindisi, polemiche sul perché della mancata adesione di Augusta al distretto aerospaziale pugliese

Brindisi, polemiche sul perché della mancata adesione di Augusta al distretto aerospaziale pugliese
Nel corso di un'assemblea è stato evidenziato il paradosso per cui, mentre le più grandi aziende hanno aderito per dare maggiore impulso ad un settore in crescita in tutta la regione, una grande azienda come l’Agusta Westland ha invece da tempo ha deciso di delocalizzare, spostando la produzione nell’Est europeo. «Una contraddizione per un territorio che fa del settore aeronautico, con i suoi 2700 addetti, un fiore all’occhiello»

12 Novembre 2009

BRINDISI - La mancata adesione dell'Agusta Westland al distretto aerospaziale pugliese è stata la questione al centro di un’assemblea che si è tenuta nel pomeriggio a Brindisi per iniziativa della Fiom Cgil e alla quale ha partecipato, tra gli altri, il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola. Presenti anche il sindaco, Domenico Mennitti, il segretario provinciale della Cgil Leo Caroli e il presidente del distretto aerospaziale pugliese Giuseppe Acierno.

Nel corso dell’incontro è stato evidenziato il paradosso per cui, mentre le più grandi aziende aeronautiche hanno aderito al distretto per dare maggiore impulso ad un settore in crescita in tutta la regione, una grande azienda come l’Agusta Westland, ha invece da tempo ha deciso di delocalizzare, spostando la produzione nell’Est europeo.

“Una vera e propria contraddizione per un territorio come quello brindisino che – è stato detto – fa del settore aeronautico, con i suoi 2700 addetti, un autentico fiore all’occhiello, ma che rappresenta anche la provincia che ha dato impulso alla creazione del Distretto Aerospaziale Pugliese”.

La Cgil ha chiesto all’azienda di fare chiarezza sulla sua mancata adesione al Distretto e di fornire quanto prima un piano industriale. Vendola ha auspicato un ripensamento da parte di Agusta ed ha sollecitato le grandi aziende a fare in modo che la Puglia diventi anche il luogo della ricerca nel settore aerospaziale e non solo una fabbrica. “La ricerca e l’alta formazione – ha detto – pu• aiutare questo Distretto a diventare un protagonista del futuro”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725