Mercoledì 28 Settembre 2022 | 12:01

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

CULTURA/Al via ieri la stagione teatrale del Verdi di Brindisi

CULTURA/Al via ieri la stagione teatrale del Verdi di Brindisi
BRINDISI - Pubblico delle grandi occasioni ed applausi convinti per «Traviata», che ieri sera ha aperto la terza stagione teatrale al «Nuovo Verdi» di Brindisi, allestita dalla omonima fondazione. Lo spettacolo con la regia di Henning Brockhaus è stato accolto con successo dal pubblico, che ha vantato presenza giunte anche dalle province limitrofe. Presenti un buon numero di personalità, oltre che tutte le autorità locali.

08 Novembre 2009

«Traviata», prima recita (stasera la seconda): il direttore artistico, Italo Nunziata, si gode la lunga scia d’applausi che sanciscono il gradimento dell’opera verdiana da parte del pubblico che ha preso d’assalto la biglietteria per assicurarsi la «prima» della terza stagione della «Fondazione».

Ieri sera al «Verdi» lo spettacolo con la regia di Henning Brockhaus è stato accolto con successo dal pubblico, che ha vantato presenze giunte anche dalle province limitrofe.

La serata, criticata da chi non ha potuto godere della «prima» non era, come malignamente sussurrato, ad... «inviti». In sala un buon numero di personalità.

Il teatro si presentava rinnovato nel golfo mistico che, adesso, è in grado di ospitare anche le grandi orchestre e, di conseguenza, i grandi spettacoli, intesi come proposti dalla lirica.

Alla fine del primo atto sono arrivati i primi applausi calorosi per il soprano moldavo che ha eseguito l´aria «Sempre libera degg´io». Un vero scroscio sul «Di Provenza il mare, il suol».

A Brindisi, dopo anni di esecuzioni liriche un po’ «arrangiate» (visti gli spazi nei quali erano sacrificate le orchestre) finalmente lo spettatore ha potuto seguire con estrema attenzione la celebre, intramontabile opera verdiana.

L´unico incidente, ieri sera, è venuto dalla galleria, allorquando nel dialogo tra Violetta e Germont-padre l´emozione drammatica è stata interrotta dalla voce di una spettatrice al telefonino. Come niente fosse.

Questa volta in platea nemmeno uno spettatore sonnacchioso. Evento unico, atteso che, in altre occasioni, Morfeo ha fatto sì che gli occhi di molti accomodati nelle calde poltrone si chiudessero inesorabilmente. Evidentemente le attese romanze, accompagnate con il gesto della mano da quanti avevano avuto di apprezzarle in altri teatri, hanno avuto la meglio sul sonno.

I commenti, tutti favorevoli, dettati nel percorso verso l’uscita, con voci controllate, hanno chiuso una serata che Brindisi ha atteso per molto tempo. Stasera si replica, ma non ci saranno gli stessi interpreti della serata inaugurale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725