Mercoledì 17 Agosto 2022 | 13:20

In Puglia e Basilicata

Di Pietro: regionali? Vendola sì, Forleo no

Di Pietro: regionali? Vendola sì, Forleo no
Il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, oggi è in Puglia e, circa la possibilità che possa sostenere la ricandidatura di Nichi Vendola alla Regione, ha detto che «sul piano personale» non ha nulla «contro Vendola». «Il problema - ha chiarito - non è Vendola in sè, ma tutto quello che gli gira intorno». Quanto all'eventualità che il magistrato Clementina Forleo possa essere il candidato Idv alla presidenza della Regione Puglia, Di Pietro ha spiegato che non sarà possibile perché «fino a quando Forleo è magistrato, tecnicamente ed eticamente non dovrebbe fare politica»

07 Novembre 2009

BARI – «Sul piano personale non ho nulla contro Vendola. Ritengo sia una persona per bene e dalle mani pulite. Il problema è che ha sbagliato a fidarsi e a nominare certe persone. Non si deve più far strattonare: il problema non è Vendola in sè, ma tutto quello che gli gira intorno». Così il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, ha stasera risposto ai giornalisti che gli hanno chiesto se possa sostenere la ricandidatura di Vendola alla Regione. 

Per Di Pietro «una classe dirigente che ha utilizzato la faccia di Vendola per farsi gli affari propri, oggi è bene che vada a casa politicamente e a rispondere alla magistratura delle proprie malefatte». 

«In Puglia, per intenderci – ha aggiunto – alle prossime regionali non possiamo rivedere certe facce che hanno già dato e soprattutto già preso. In questo senso l’Idv si sta facendo promotrice di una rinnovata coalizione, se ci riusciamo. Se non ci riusciamo state pur certi che l’Idv chiederà direttamente agli elettori il consenso di poter governare la Regione». «Ci potete giurare – ha ribadito – che l'Italia dei valori ha candidati di qualità per la Puglia, ma che non intende mettere il cappello sulle proprie candidature perchè vuole verificarle insieme a quelle degli altri, affinchè sia la più condivisa». 

"FORLEO? NO MAGISTRATI CON IDV" 
«Rispetto e ammiro la Forleo, ma fa il magistrato e noi abbiamo adottato questa regola: o scegli di fare il magistrato o il politico, e se fai il politico lo fai per sempre». Così il leader dell’Italia dei Valori, Antonio di Pietro, ha commentato in una conferenza stampa a Bari l'eventualità che il magistrato Clementina Forleo possa essere il candidato dell’Idv alla presidenza della Regione Puglia. Per farlo «dovrebbe quindi dimettersi – ha precisato di Pietro – ma è ormai fuori tempo massimo. Fino a quando Forleo è magistrato, tecnicamente ed eticamente non dovrebbe fare politica». 

"IDV COSTRUIRA' ALTERNATIVA DI GOVERNO"

«L'Idv è una forza politica che sente la responsabilità di costruire una alternativa di governo, non soltanto di fare testimonianza». Lo ha sottolineato il leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, parlando con i giornalisti stasera a Bari. «E' ovvio – ha spiegato – che il nostro impegno è quello di costruire insieme alle altre forze politiche che ci stanno, già dalle prossime regionali per poi arrivare alle prossime politiche, questa alternativa. Ma dev'essere una alternativa vera, basata sul ricambio generazionale delle persone, su un programma credibile e con persone credibili che si propongono». 

«L'Udc – ha ricordato – già ieri ha detto che non sta nè con il centrodestra nè con il centrosinistra, quindi è inutile discutere di qualcosa che non c'è: hanno già detto di no sia a Bersani sia a Berlusconi». «Quando parlo di qualcosa di nuovo - ha concluso – intendo le persone e non le sigle. Perchè di sigle ne possiamo fare una al giorno. Adesso mi pare che Rutelli ne voglia fare un’altra».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 

LECCE

Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725