Martedì 22 Gennaio 2019 | 17:21

NEWS DALLA SEZIONE

Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
Il caso
Bari, nuovo «no» della Procura al salvataggio di Interporto

Bari, altro «no» della Procura al salvataggio di Interporto

 
Capitale della Cultura
Matera 2019, la Fondazione: «Bilancio dell'inaugurazione fantastico»

Matera 2019, la Fondazione: «Bilancio dell'inaugurazione fantastico»

 
Il riconoscimento
Xylella, ingegnere di Conversano premiato: ecco la macchina per uccidere la sputacchina

Xylella, ingegnere di Conversano premiato: ecco la macchina per uccidere la sputacchina

 
Truffa aggravata
Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

Barletta: chiedeva soldi per riviste del corpo, arrestato falso finanziere

 
Operazione dei Cc
Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

Brindisi, spacciava davanti a scuola media: arrestato 27enne

 
Elezioni
Regionali, Basilicata al voto il 23 marzo: firmato il decreto

Regionali, Basilicata al voto il 24 marzo: firmato il decreto

 
Il Tribunale
Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

Fallimento Fc Bari: il concordato di Giancaspro serviva solo a perdere tempo

 
Duello Landini-Colla
La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

La Cgil riparte da Bari, via al congresso per il dopo Camusso

 
Gli sprechi
Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mla euro

Nuova sede Regione, chiusa indagine Gdf su plafoniere d'oro: danno da 600mila€

 

Massafra: niente Carnevale  «serrata» dei cartapestai  in polemica col Comune

Due settimane fa, l’esito degli incontri intercorsi tra il presidente dell’associazione Giuseppe Spera, il sindaco Tamburrano, nonché presidente della società consortile che gestisce il carnevale, ed alcuni componenti dell’amministrazione comunale lasciava presagire che tra le parti fosse tornato il sereno, tant’è che l’associazione aveva anche consegnato al sindaco la bozza di un protocollo d’intesa, tra Comune e cartapestai, in cui venivano esplicitate le richieste dei carristi per il rilancio del carnevale e la tutela della categoria
Massafra: niente Carnevale  «serrata» dei cartapestai  in polemica col Comune
di DEBORA PICCOLO 

MASSAFRA - «L’associazione dei cartapestai massafresi, viste le continue provocazioni provenienti dal presidente del consorzio, il sindaco Martino Tamburrano, e dall’intera amministrazione, fin qui sorda alle richieste avanzate, decide all’unanimità e senza appello di non partecipare alla 57ª edizione del carnevale massafrese». Questa la decisione ufficiale dei maestri cartapestai adottata nell’ultima assemblea dei soci, del 2 novembre, sottoscritta dai rappresentanti di quattordici pluripremiati team. Due settimane fa, l’esito degli incontri intercorsi tra il presidente dell’associazione Giuseppe Spera, il sindaco Tamburrano, nonché presidente della società consortile che gestisce il carnevale, ed alcuni componenti dell’amministrazione comunale lasciava presagire che tra le parti fosse tornato il sereno, tant’è che l’associazione aveva anche consegnato al sindaco la bozza di un protocollo d’intesa, tra Comune e cartapestai, in cui venivano esplicitate le richieste dei carristi per il rilancio del carnevale e la tutela della categoria. Protocollo, verbalmente condiviso, al quale avrebbe dovuto seguire la sottoscrizione da parte del sindaco e del presidente Spera. 

Tuttavia, secondo quanto riferito dallo stesso Spera, pare che il dialogo tra le parti si sia interrotto e siano venuti meno anche i buoni propositi espressi nel corso degli incontri. «Nulla, da allora - dice Spera - si è mosso. Anzi, le dichiarazioni rilasciate dal sindaco alla stampa hanno irritato i carristi. Tamburrano, invece di interloquire con l’associazione, chiama i singoli artisti per convincerli a partecipare alla prossima manifestazione. È un modo per rompere il nostro sodalizio. Non lo si può accettare». E ancora, ad “offendere” i cartapestai ci sarebbe la posizione assunta dal consorzio, dichiarata attraverso una nota stampa, con la quale rassicura la cittadinanza «che la manifestazione del carnevale si terrà comunque, ma che probabilmente non vi parteciperanno tutti i maestri cartapestai di Massafra. La mancata partecipazione di alcuni maestri - precisa la nota - non potrà in alcun modo ostacolare il regolare svolgimento del carnevale massafrese che rappresenta l’evento più caratterizzante della città». 

E giovedì prossimo, alle 19, presso il centro anziani comunale di viale Magna Grecia, fa sapere il consorzio, avrà luogo la presentazione ufficiale della 57ª edizione della kermesse. «È un atto di prepotenza - continua Spera - che la dice lunga sulla volontà sbandierata di sostenere e rilanciare la manifestazione in un clima di collaborazione con i carristi». Ma la protesta prosegue anche per via della mancata bonifica dei locali dell’ex macello comunale adibiti, dal 2004, a laboratori per la lavorazione della cartapesta. «Urge una disinfestazioni dei luoghi - incalza Spera - sono fatiscenti, insalubri, invivibili, insicuri. Pertanto, invito le autorità preposte alla tutela dell’igiene pubblica ad ispezionare quei locali». Intanto, ieri alle 13.30, sono scaduti i termini fissati dal bando di partecipazione al concorso a premi per la consegna dei bozzetti dei carri allegorici. Soltanto tre le richieste protocollate al Comune. Ciononostante c’è chi giura che il carnevale si farà. Come? E con chi? L’apertura di un confronto costruttivo in tempi brevi tra le parti, forse, potrebbe portare alla risoluzione della vertenza. Ma, allo stato attuale, le posizioni sono sempre più rigide e distanti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400