Mercoledì 17 Agosto 2022 | 12:00

In Puglia e Basilicata

Arrestato «mani di velluto» specialista in furti nei treni

RIMINI - Dopo anni di caccia, la Polfer diRimini ha finalmente messo le manette a “Mani di velluto”, un ladro specializzato in furti notturni sui treni: si tratta di un barese di 56 anni, Pietro Abruzzese, residente a Trani. In particolare il pugliese era un “maestro” nel ripulire con destrezza i viaggiatori addormentati. Era addirittura dotato di un passepartout per aprire le cuccette e si muoveva sulla tratta adriatica Lecce-Milano.

29 Ottobre 2009

RIMINI - Dopo anni di caccia, la Polfer diRimini ha finalmente messo le manette a “Mani di velluto”, un ladro specializzato in furti notturni sui treni: si tratta di un barese di 56 anni, Pietro Abruzzese, residente a Trani. In particolare il pugliese era un “maestro” nel ripulire con destrezza i viaggiatori addormentati. Era addirittura dotato di un passepartout per aprire le cuccette e si muoveva sulla tratta adriatica Lecce-Milano. 

Gli agenti della Polfer riminese la scorsa notte lo hanno beccato in flagranza: aveva appena sfilato il portafoglio a un passeggero. I poliziotti lo hanno riconosciuto dalle segnalazioni di molti derubati: vestito bene, era salito sul treno ad Ancona diretto a nord. E’ stato pedinato fino alle 5 del mattino quando è entrato “in azione”. La Polfer lo ha sorpreso in bagno mentre rovistava in un portafogli appena rubato. “Mani di velluto” si è congratulato con gli agenti di Rimini che lo hanno preso, visto che gli dava la caccia la Polfer di mezza Italia 

Pur pregiudicato per reati specifici, Abruzzese, giudicato per direttissima in Tribunale a Rimini e difeso dagli avvocati Massimiliano Forlani ed Ettore Coppola, ha ottenuto le attenuanti generiche e una pena di 10 mesi e 20 giorni.
Nel raccontare al giudice il suo modus operandi, il barese si è vantato di essere uno degli ultimi ladri vecchia maniera, di quelli cioè che prendono il denaro dal portafogli del derubato e poi lo rimettendo a posto con tutti i documenti. In questo modo era anche difficile addebitargli il furto per la difficoltà nel dimostrare il furto di contanti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725