Domenica 14 Agosto 2022 | 11:17

In Puglia e Basilicata

Onore agli «Angeli» del  centro CSAR di Brindisi

Onore agli «Angeli» del  centro CSAR di Brindisi
Una cerimonia breve ma toccante quella di ieri nei pressi di l’Isle-en-barrois in Francia, in occasione del primo anniversario della tragedia aerea in cui persero la vita otto militari a bordo dell’elicottero HH-3F dell'84° Centro CSAR di Brindisi. Oltre alle autorità civili e militari ed alcuni colleghi, erano presenti anche i famigliari delle vittime. Sul luogo della tragedia è stata scoperta una stele di travertino sulla quale sono stati applicati un medaglione in bronzo realizzato da un calco del 1984 dallo scultore Carmelo Conte di Latiano dove compaiono otto figure

24 Ottobre 2009

Una cerimonia breve ma toccante quella di ieri nei pressi di l’Isle-en-barrois in Francia, in occasione del primo anniversario della tragedia aerea in cui persero la vita otto militari a bordo dell’elicottero HH-3F dell'84° Centro CSAR di Brindisi. Oltre alle autorità civili e militari ed alcuni colleghi, erano presenti anche i famigliari delle vittime. Sul luogo della tragedia è stata scoperta una stele di travertino sulla quale sono stati applicati un medaglione in bronzo realizzato da un calco del 1984 dallo scultore Carmelo Conte di Latiano dove compaiono otto figure; un’iscrizione in italiano ed in francese recante la seguente dicitura: “In questo luogo sono caduti otto aviatori italiani che condividevano con passione il privilegio di salvare vite umane” e un’aquila da pilota militare, donata dallo scultore grafico saggista Luciano Zanelli; l’elenco dei nomi dei deceduti: Capitano Michele Cargnoni, Capitano Stefano Bazzo, Tenente Marco Partipilo, 1° Maresciallo Giovanni Sabatelli, 1° Maresciallo Carmine Briganti, Maresciallo 1^ Cl. Teodoro Baccaro, Maresciallo 1^ Cl. Giuseppe Biscotti e Maresciallo 1^ Cl. Massimiliano Tommasi. 

A seguito del grave incidente, che ha causato dal 27 Ottobre 2008 la sospensione, a titolo precauzionale, dell’attività di volo dei propri elicotteri HH-3F, l’Aeronautica Militare ha avviato un’attività di investigazione interna che ha consentito di ricondurre l’evento ad un fattore di natura tecnica. Nel corso della cerimonia, il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, generale Daniele Tei, ha espresso la «personale vicinanza e quella della Forza Armata alle famiglie degli otto uomini del SAR, deceduti tragicamente nell`incidente del 23 Ottobre 2008».

Il gen. Tei, inoltre, ha sottolineato che «l'Aeronautica Militare continua ad operare al servizio dello Stato anche nel difficile ruolo di salvataggio delle vite umane. Questo compito, arduo e che richiede abnegazione e impegno tanto fuori dal comune, è sempre stato considerato come un privilegio dagli uomini del SAR, nello svolgimento del loro quotidiano lavoro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725