Giovedì 18 Luglio 2019 | 07:02

NEWS DALLA SEZIONE

L'amichevole
Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

Calcio, pareggio senza reti tra Bari e Fiorentina Primavera

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
Firmata l'intesa
Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

Reddito di cittadinanza: pronti 248 navigator per la Puglia

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

 
Rivoluzione trasporti cittadini
Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

Bari, con Muvt bus, parcheggi e zsr si pagheranno con un'app

 
L'idea di Adp
Il Battesimo del volo attera in Puglia: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

Puglia, battesimo del volo: un attestato per bimbi in aereo per la prima volta

 
Il caso
Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

Violenza di gruppo nel Cara di Bari: in sei a rischio processo

 
L'ordinanza
Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

Bari, liquami in mare: divieto di balneazione su tutta la spiaggia di Torre Quetta

 
Nel barese
Putignano, GdF sequestra 10mila litri di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

Putignano, GdF sequestra 11 tonnellate di gasolio agricolo di contrabbando in impresa di autotrasporti

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 
Le dichiarazioni
Lecce, Lucioni: «Indispensabile mantenere l'equilibrio»

Lecce, Lucioni: «Indispensabile mantenere l'equilibrio»

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariA Modugno
«Trasformare la crisi in opportunità»

«Trasformare la crisi in opportunità»

 
LecceL'incidente
Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

Lecce, viola il divieto e si tuffa dalla Grotta della Poesia: ferito 45enne

 
BatIl rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
TarantoAccordo d'intesa
Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

 
PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
BrindisiNel brindisino
Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

Mesagne, picchia e minaccia la madre, impedendole di uscire o ricevere visite: una 41enne in libertà vigilata

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Pedofilia, 7 fermi a Milano

Dalla Romania all'Italia per prostituirsi di notte e rubare di giorno: era questa la vita cui era costretta una decina di ragazzi, alcuni anche di 10 e 12 anni
MILANO - Dalla Romania all'Italia per prostituirsi di notte e rubare di giorno: era questa la vita di una decina di ragazzi, alcuni anche di 10 e 12 anni, costretti a vendere il proprio corpo sulla piazza del mercato del sesso a Milano, mentre i più grandi lo facevano per mandare denaro a casa e avrebbero anche avuto un ruolo nell'organizzazione di sfruttatori.
L'organizzazione era capeggiata da otto loro connazionali ed è stata sgominata dagli agenti della Squadra Mobile milanese, ma il problema dei disperati dell'Est (ragazzi romeni, Rom e donne ucraine e moldave) pronti a tutto per sopravvivere in Italia, rimane, «soprattutto per il perdurare di terribili condizioni sociali ed economiche di certi Paesi», come ha osservato di recente anche il questore di Milano, Paolo Scarpis. Lo sfruttamento della prostituzione minorile nel capoluogo lombardo era anche stato documentato da un servizio della Cnn, ripreso poi dal Tg5, che documentava il mercato del sesso nei pressi del cimitero Monumentale di Milano. «Datti da fare più che puoi - dice la madre di uno di questi ragazzi, senza sapere che la sua conversazione era intercettata dalla Polizia - che qui ci servono i soldi per comprare almeno un maiale».
Nel corso dell'indagine, cominciata un anno fa su denuncia di un minore romeno e coordinata dai pm Pietro Forno e Isidoro Palma, gli investigatori hanno accertato un giro di prostituzione maschile che coinvolgeva nove ragazzi romeni, tre dei quali di 10-12 anni. Accusati di essere loro sfruttatori sono sette loro connazionali (un ottavo è latitante): Marius Torik, 34 anni, Ion Rus, 24, Elisabeta Varga, 31, Dorel Zoltan, di 23 tutti irregolari; Ovidiu Ghebenei, 32 anni, e Dumitru Moldovan, di 35, con permesso di soggiorno, e un ragazzo di 17 anni. Per sei di loro il gip Luca Pistorelli ha convalidato il fermo, mentre per il minore, difeso dal'avvocato Alessia Pontenani, è stata disposta la scarcerazione e la trasmissione degli atti alla Procura dei Minori che si occupa della posizione di altri sette ragazzini indagati.
Le accuse sono pesanti: associazioni per delinquere finalizzata all riduzione in schiavitù, induzione, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione minorile, violenza e minacce, ricettazione.
Oltre ad essi, nel corso di un blitz della polizia fatto apparire come un controllo casuale, sono stati fermati due italiani sorpresi, in due diverse circostanze, in un rapporto sessuale con altrettanti minorenni di 10 e 12 anni: i due, un insegnante di sostegno, che lavora proprio con i minorenni, e un odontotecnico, sono stati fermati e poi rilasciati dall'autorità giudiziaria, che nei loro confronti procede in stato di libertà.
L'organizzazione, che aveva base in due paesi della Romania, Sibiu e Medias, da dove venivano sia gli sfruttatori sia i ragazzini, obbligava i minori, una volta giunti in Italia con l'approvazione o quanto meno la tolleranza delle famiglie, a elemosinare, rubare e a borseggiare, oltre a vendersi in piazza Trento, da anni teatro di prostituzione maschile.
«Il loro cliente tipo - ha spiegato il funzionario della Sezione reati contro i minori - era un italiano di media età, professionista o comunque benestante, in alcuni casi, con famiglia e figli». «I ragazzi di vita facevano guadagnare ai loro sfruttatori cifre tra i 500 e i 700 euro a sera a testa - ha spiegato il dirigente della Squadra Mobile, Luigi Savina -. Solo una piccola parte ritornava poi ai giovani, che li spedivano a casa o tramite amici che rientravano in pullman; oppure il denaro era spedito in altro modo».
I giovani romeni dormivano in aree dismesse, in stabili abbandonati in Viale Monza, viale Minusiano, viale Isonzo e piazza Trento e, nonostante i soldi guadagnati, dovevano arrangiarsi per procurarsi vestiti e cibo. Per imparare a borseggiare i ragazzi erano sottoposti a un vero e proprio addestramento: ad esempio, dovevano riuscire ad aprire la cerniera di uno zainetto sospeso su una corda tesa tra due pali, ed estrarre un telefono cellulare, senza farlo muovere. Se non rigavano dritto erano botte o pesanti pressioni psicologiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie