Venerdì 07 Ottobre 2022 | 05:32

In Puglia e Basilicata

Il gioco delle alleanze tiene  sulla corda i candidati Pd pugliesi

Il gioco delle alleanze tiene  sulla corda i candidati Pd pugliesi
di GIUSEPPE ARMENISE
Il popolo dei gazebo è chiamato ad eleggere i segretari nazionale e regionali del Pd. Domenica prossima, 25 ottobre, urne aperte dalle 7 alle 22. A livello nazionale la partita si gioca tra Dario Franceschini, segretario uscente, Pierluigi Bersani e Ignazio Marino. In Puglia i candidati sono ugualmente 3. Non c’è il candidato della mozione Marino, ma l’indipendente Michele Emiliano, segretario uscente
• E tra i giovani del Pd c’è chi si sfila da Blasi: «Noi con Emiliano»
• Tra i canditati Pdl alla Regione Puglia è ancora «derby» Dambruoso-Palese

18 Ottobre 2009

di GIUSEPPE ARMENISE 

Manca una settimana alle elezioni primarie. Il popolo dei gazebo (votano tanto gli iscritti al Pd quanto i semplici simpatizzanti) è chiamato ad eleggere i segretari nazionale e regionali del Pd. Domenica prossima, 25 ottobre, urne aperte dalle 7 alle 22. A livello nazionale la partita si gioca tra Dario Franceschini, segretario uscente, Pierluigi Bersani, primo nelle assemblee degli iscritti, e Ignazio Marino. 
In Puglia i candidati sono ugualmente 3. Non c’è il candidato della mozione Marino, ma l’indipendente Mi - chele Emiliano, segretario uscente. Sulle alleanze, che in Puglia paiono differire rispetto agli equilibri nazionali, si è acceso proprio ieri un caso. I deputati Giuseppe Fioroni e Paolo Gentiloni (entrambi della mozione Franceschini) sono infatti scesi in Puglia per dichiarare il proprio sostegno a Guglielmo Minervini, franceschiniano anch’egli. Una risposta per nulla velata all’iniziativa dell’europarlamentare David Sassoli, promotore di una lista denominata Semplicemente democratici, nella quale sono state di fatto cooptate alcune personalità politiche molto vicine a Emiliano (a Bari, ad esempio, l’onorevole Cinzia Capano e il capogruppo del Pd al Comune di Bari, Maria Maugeri oltre ad Alberto Losacco, responsabile comunicazione nazionale del partito). La lista sostiene Dario Franceschini alla segreteria nazionale, ma non Minervini (espressione pugliese di Franceschini) a quella regionale. 

È, in qualche maniera, la materializzazione di quel voto disgiunto (il regolamento delle primarie consente di votare un candidato alla segreteria nazionale e non il suo corrispondente locale quanto alla segreteria regionale) al quale Emiliano ha fatto espresso riferimento sin dall’inizio della sua campagna per la riconferma alla segreteria pugliese del Pd. Non a caso, di sostenitori di Emiliano ce ne sono anche tra le fila di coloro che voteranno Pierluigi Bersani come leader nazionale. E ce ne sono in buona parte delle province pugliesi. Il quadro può essere tranquillamente riproposto per Sergio Blasi, che in quattro province su sei è sostenuto anche da chi voterà Marino. 

Sempre ieri si è sfiorato un altro caso: è trapelata la notizia del ricorso contro una delle liste pro Emiliano per la presenza di un candidato coinvolto in un’inchiesta penale e quindi non candidabile per incompatibilità con le regole dello statuto del Pd. L’interessato, Gaetano Anaclerio protagonista di quella che egli definisce «una vicenda assurda risalente a 7 anni fa e per la quale verrà dimostrata la mia totale estraneità ai fatti»), ha deciso di ritirarsi, «onde evitare che tale strumentalizzazione fosse adoperata al solo scopo di infangare l’im - magine di Michele Emiliano, persona corretta e trasparente». 

Tornando all’opzione di Sassoli a favore di Emiliano, ha lasciato inevitabili strascichi nell’entourage di Minervini. Fioroni, ieri a Trinitapoli, ha ironizzato dicendo che «ci vuole un po’ di pazienza. David è un ottimo europarlamentare arrivato da poco dalla televisione e forse crede ancora che anche in politica si possa fare zapping. Ma non è così». E Gentiloni: «Pieno sostegno a Guglielmo Minervini - ha detto - che è il candidato segretario regionale della mozione Franceschini».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725