Lunedì 26 Settembre 2022 | 06:02

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

42,26%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

27,92%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

8,08%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

14,93%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

43,60%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

27,36%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,91%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

14,86%

Movimento 5 Stelle

 

Matino, non era il diavolo ad incediare la casa: indagati 2 nipoti dell'anziana

Matino, non era il diavolo ad incediare la casa: indagati 2 nipoti dell'anziana
MATINO - I carabinieri squarciano il velo del mistero e su via Puccini, a Matino, scompare l’ombra del diavolo e appare quella di due giovanotti, cugini e nipoti della vecchina «perseguitata». I due sono indagati e pare che dopo un interrogatorio interminabile da parte dei carabinieri, uno abbia fatto qualche ammissione. Il movente sarebbe stato individuato nella volontà di entrare in possesso dell’abitazione di Maria Vitali, la nonna 94enne costretta a trovare riparo altrove.

18 Ottobre 2009

MATINO - Il giallo della «casa dei misteri» non è più tale. Il giallo, infatti, pare che sia stato risolto e i misteri dipanati. La svolta è venuta dall’interrogatorio dei due indagati. Si tratta di due cugini, nipoti di Maria Vitali, la 94enne, la cui abitazione è andata distrutta dalle fiamme. Uno dei due, messo alle strette, avrebbe anche confessato. Ma intorno alla vicenda il riserbo è massimo. 

L’intero fascicolo è stato trasmesso al sostituto procuratore Giovanni De Palma. Nell’informativa redatta dai carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Casarano e della stazione di Matino vengono individuati diversi reati: incendio doloso, danneggiamento, procurato allarme, abuso della credulità popolare, lesioni nei confronti della nonnina per quelle fiamme che avevano raggiunto anche i suoi capelli.
Gli interrogatori dei due cugini risale all’altro giorno. Sono giunti nella caserma dei carabinieri di Matino alla presenza dei loro difensori, gli avvocati Mario Coppola e Tommaso Marsano. Di quanto abbiano riferito non è trapelato nulla. Se non - come si diceva - alcune ammissioni da parte di uno dei due. 

Fra le ipotesi al vaglio degli investigatori, il movente degli incendi tutt’altro che legati al paranormale, potrebbero avere a che fare con la decisione di «sfrattare» la nonnina, semplice usufruttuaria di quell’immobile.

I misteriosi incendi hanno preso il via un mercoledì di fine settembre, il 23 per l’esattezza. Nella casa di via Puccini abitata da Maria Vitali, bomboniere, svegliette e suppellettili varie cominciano a “volare”, così, dal nulla, come se mosse da una forza misteriosa. Si grida alla presenza di fantasmi, anche perchè alla vecchietta - racconta lei stessa - le si bruciano anche ciocche di capelli.

Il parroco del paese interessa della vicenda l’esorcista ufficiale della diocesi, e proprio la presenza del sacerdote specializzato nelle procedure anti-demonio - siamo al 25 di settembre - scatena nuovamente l’azione della «strana presenza», che dapprima provoca rumori e colpi assordanti in una cassapanca, poi scheggia lo specchio dell’anta dell’armadio della piccola dimora della donna e «brucia» un cuscino, un pezzo di materasso ed il bracciolo della poltrona dalla quale il sacerdote poche ora prima ha effettuato l’unzione degli infermi (e non un esorcismo vero e proprio). 

Per due settimane in via Puccini ritorna la quiete, poi il 12 ottobre i fenomeni si ripetono, ma stavolta in maniera più «incisiva» perchè le manifestazioni «paranormali» arrivano addirittura a sfociare negli incendi. La casa di Maria Vitali viene completamente avvolta dal fuoco ed il rogo a distrugge tutto o quasi. Poi tra il 14 ed il 15 ottobre gli incendi interessano altre cinque abitazioni, ovvero tutte quelle dei parenti che nel frattempo hanno ospitato l’anziana donna rimasta senza un tetto e senza un letto. Per due di queste abitazioni, scattano addirittura i sigilli del vigili del fuoco, perchè gli stabili risultano inagibili e pericolosi. Il resto è cronaca di queste ore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725