Mercoledì 17 Agosto 2022 | 19:31

In Puglia e Basilicata

Scoperte 18mila auto fantasma in Puglia: così in ogni provincia

Scoperte 18mila auto fantasma in Puglia: così in ogni provincia
ROMA - Un sistema consolidato, diffuso in tutta Italia, per garantire a pregiudicati, stranieri irregolari o truffatori di avere una autovettura senza esserne i veri proprietari e, grazie ad una raffinata produzione di documenti falsi, esporre falsi tagliandi di assicurazione. Una colossale evasione per l’erario, i comuni e le regioni; un fenomeno preoccupante per i cittadini che al momento vede un elenco di 840 proprietari fittizi di 160 mila auto fantasma, tutt'ora circolanti sulle strade italiane, scoperta dagli agenti della polizia municipale della capitale.

18 Ottobre 2009

ROMA - Un sistema consolidato, diffuso in tutta Italia, per garantire a pregiudicati, stranieri irregolari o truffatori di avere una autovettura senza esserne i veri proprietari e, grazie ad una raffinata produzione di documenti falsi, esporre falsi tagliandi di assicurazione. Una colossale evasione per l’erario, i comuni e le regioni; un fenomeno preoccupante per i cittadini che al momento vede un elenco di 840 proprietari fittizi di 160 mila auto fantasma, tutt'ora circolanti sulle strade italiane, scoperta dagli agenti della polizia municipale della capitale.

Passaggi di proprietà e fornitura di certificati falsi erano su commissione. Il prezzo? Contenuto: tra i 150 e i 200 euro al mese per intestazione fittizia di proprietà, falso tagliando di assicurazione (ignare le Compagnie di assicurazione), tagliando del bollo auto e, all’occorrenza, permesso di soggiorno in regola.

Si arriva così a scoprire che una sola persona può avere centinaia di autovetture intestate a suo nome.

tabella autoIn Puglia sono stati identificati 107 intestatari per ben 17294 macchine, mentre in Basilicata 13 intestatari per 1740 autovetture. A Milano, ad esempio, un uomo risulta intestatario di 1.641 veicoli; a Napoli 85 persone «possiedono» 16.453 autovetture; a Roma e provincia in 25 sono «proprietari» di 5.634 autovetture; a Bari 31 persone «guidano» 4.686 auto; a Torino i 7.730 veicoli hanno «solo» 33 proprietari. Insomma dal sud, al centro, fino al nord Italia, la pratica dei finti passaggi di proprietà per mettere alla guida persone senza le carte in regola, appare radicata. Tra l’altro consente anche di non pagare le multe: per solo due degli indagati nel Comune di Roma risultano mai pagate 1.200 multe per un totale di circa 160mila euro.

Sono state scoperte 160mila autovetture fittiziamente intestate a persone, grazie a falsi passaggi di proprietà organizzati e gestiti da italiani, ora indagati, che per completare l’opera avevano anche realizzato una centrale di produzione di false certificazioni. All’interno montagne di certificati assicurativi già intestati a nomi e cognomi con tanto di indirizzi falsi; carte di circolazione, certificati di proprietà, permessi di soggiorno di stranieri extracomunitari con fotografie già applicate, certificati di residenza di vari comuni d’Italia, buste paga e cud.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725