Martedì 27 Settembre 2022 | 04:17

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Restaurata la tela dell'Orbetto i «Santi Cosma e Damiano»

Restaurata la tela dell'Orbetto i «Santi Cosma e Damiano»
La Galleria nazionale della Puglia «Girolamo e Rosaria Devanna», inaugurata nell’aprile 2009 e collocata nella prestigiosa sede del cinquecentesco Palazzo Sylos Calò di Bitonto (Bari), presenta il 16 ottobre (ore 17,30) il dipinto raffigurante «I Santi Cosma e Damiano» di Alessandro Turchi detto l’Orbetto, il cui restauro è stato appena completato presso il laboratorio della Soprintendenza (sarà possibile ammirarlo fino al 25 ottobre)

14 Ottobre 2009

La Galleria nazionale della Puglia «Girolamo e Rosaria Devanna», inaugurata nell’aprile 2009 e collocata nella prestigiosa sede del cinquecentesco Palazzo Sylos Calò di Bitonto (Bari), presenta il 16 ottobre (ore 17,30) il dipinto raffigurante «I Santi Cosma e Damiano» di Alessandro Turchi detto l’Orbetto, il cui restauro è stato appena completato presso il laboratorio della Soprintendenza (sarà possibile ammirarlo fino al 25 ottobre). 

L’opera sarà presentata dallo storico dell’arte Massimo Pulini, che nel 1996 ne ha avanzato l’attribuzione al pittore di Verona (1578-1649), datandolo intorno ai primi anni ’30 del XVII secolo. 

Per l’occasione è stata pubblicata una brochure che illustra la storia e il restauro del dipinto, contenente le presentazioni di Ruggero Martines, Direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Puglia, e di Fabrizio Vona, soprintendente per i Beni storici artistici ed etnoantropologici della Puglia, i testi degli storici dell’arte N. Barbone, A. Di Marzo, R. Lorusso Romito, M. Pulini e delle restauratrici A. Laterza e A. Scagliarini.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725