Giovedì 11 Agosto 2022 | 08:02

In Puglia e Basilicata

Il Pdl punta su D'Ambruoso ma per Palese 6.250 firme

Il Pdl punta su D'Ambruoso ma per Palese 6.250 firme
BARI - Ultimi ritocchi alla candidatura, con qualche mal di pancia nelle fila dei consiglieri regionali, del magistrato barese Stefano Dambruoso, cui il premier Berlusconi vuole affidare la sfida per le regionali in Puglia. Gli incontri dei giorni scorsi tra Fitto, il sen. Quagliariello e lo stesso Berlusconi, avrebbero spianato la strada al magistrato, attualmente impegnato nel ministero di Angelino Alfano. Ma a fronte dei tanti e pesanti via libera sulla sua candidatura, c’è chi non dispera nel rilanciare la candidatura del capogruppo Pdl alla Regione Rocco Palese,.

13 Ottobre 2009

di BEPI MARTELLOTTA

BARI - Ultimi ritocchi alla candidatura, con qualche mal di pancia nelle fila dei consiglieri regionali, del magistrato barese Stefano Dambruoso, cui il premier Berlusconi vuole affidare la sfida per le regionali in Puglia.

Gli incontri dei giorni scorsi tra il ministro Raffaele Fitto, il senatore Gaetano Quagliariello e lo stesso premier onde quadrare il cerchio, in attesa dei via libera sulle altre regioni, avrebbero spianato la strada al magistrato, attualmente impegnato nel ministero di Angelino Alfano. Ma a fronte dei tanti e pesanti via libera sulla sua candidatura, c’è chi non dispera nel rilanciare la candidatura del capogruppo Pdl alla Regione Rocco Palese, protagonista in questi anni delle battaglie anti-Vendola e grande conoscitore della «macchina» pugliese.

A prendere coraggio nell’esprimere critiche a operazioni di semplice maquillage sul centrodestra, snobbando così le forze del territorio, è l’ex sindaco di Acquaviva Francesco Pistilli, che nei giorni scorsi ha lanciato un forum via internet con tanto di raccolta di firme per «promuovere» Palese. Sono arrivate, annuncia, a 6.250 le firme a sostegno della candidatura dell’ex assessore e consigliere regionale salentino, che risulterebbe penalizzato dalla necessità per il centrodestra di mettere in campo un barese.

Fitto si è comporato correttamente, dice Pistilli, presentando una rosa di due nomi «evitando soluzioni totalmente sbagliate: imporre dall’alto una candidatura secca, espressione di un vertice arroccato e autoritario, o rifugiarsi nella proposta irresponsabile ed anarchica di candidature multiple». Ciononostante «continuerò a sollecitare un franco dibattito tra noi per superare alcune forme che, imposte per emergenza o tatticismo, tendono a diventare stabili e definitive. La scelta dei programmi, le candidature e la scelta degli uomini forniti di mandato elettorale - avverte - deve partire dalla base, sciolta da qualsiasi vincolo di rigidità elettorale imposta dall’alto». Un monito che, in questi giorni, sta dando voce ai tanti rumors latenti nelle fila del partito e dei consiglieri regionali, diffidenti sull’efficacia che il magistrato barese, pur rispettato e ritenuto ideoneo a «bacchettare» la Regione di Vendola investita dalla bufera delle inchieste, può dimostrare quando si tratterà di governare. «Appare paradossale ed ingiustificabile riferirsi alla base quando è necessario portare avanti battaglie politiche, raccogliere consensi e persino risorse finanziarie e poi spogliare la base della sua prerogativa - continua Pistilli - di essere fonte degli indirizzi programmatici e detentrice del potere di designazione delle candidature».

La strada, secondo alcuni, è attaccare Vendola sul terreno più proprio, quello dell’attività amministrativa, più che sul gossip giudiziario. E a offrirne un esempio è il consigliere di An Giuseppe Marinotti, sottolineando la nuova assenza del governatore alla due giorni di Consiglio che parte oggi. «Al consiglio regionale per l’ennesima volta sarà negato l’onore della presenza del presidente, né si potrà interloquire con assessori di primaria importanza. E ciò ad opera di un signore che certamente non si trattiene quando gli viene di accusare gli altri di mancato rispetto per le istituzioni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725