Mercoledì 17 Agosto 2022 | 12:34

In Puglia e Basilicata

Inchieste Sanità Puglia:  coinvolti anche altri pm

Inchieste Sanità Puglia:  coinvolti anche altri pm
BARI - Il procuratore della Repubblica diBari, Antonio Laudati, ha coassegnato a tre magistrati le indagini sull'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini, di 34 anni: al sostituto procuratore inquirente della Dda, Giuseppe Scelsi, sono stati affiancati la sua collega della procura distrettuale antimafia, Eugenia Pontassuglia, e il pm Ciro Angelillis, che da anni si occupa di reati nel settore sanitario. Con la pm Desiree Digeronimo ha invece iniziato a collaborare il pm Roberto Rossi.

08 Ottobre 2009

BARI - Il procuratore della Repubblica diBari, Antonio Laudati, ha coassegnato a tre magistrati le indagini sull'imprenditore barese Gianpaolo Tarantini, di 34 anni, fermato il 18 settembre scorso per spaccio di cocaina e posto agli arresti domiciliari dopo tre giorni. Al sostituto procuratore inquirente della Dda, Giuseppe Scelsi, sono stati affiancati la sua collega della procura distrettuale antimafia, Eugenia Pontassuglia, e il pm Ciro Angelillis, che da anni si occupa di reati nel settore sanitario. 

Le indagini su Tarantini riguardano anche escort inviate dall’imprenditore, a pagamento, nelle residenze del premier Silvio Berlusconi e una presunta rete di corruzione finalizzata ad influenzare decisioni e determinazioni di dirigenti sanitari e di medici per la vendita di protesi commercializzate da società del gruppo Tarantini. 

Per quanto riguarda l’indagine sul presunto intreccio tra affari e politica nella gestione della sanità pubblica, sono invece in corso riunioni di coordinamento tra il pm della Dda titolare dell’inchiesta, Desirè Digeronimo, e il pm del pool per i reati contro la pubblica amministrazione Roberto Rossi. Il coordinamento riguarda le indagini che Rossi e suoi colleghi hanno in corso nel settore sanitario in modo da facilitare lo scambio di atti e di informazioni e di unificare la strategia investigativa dell’ufficio del pubblico ministero. Non si esclude che la coassegnazione e il coordinamento possano in qualche modo allungare i tempi delle indagini.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725