Martedì 13 Novembre 2018 | 18:42

NEWS DALLA SEZIONE

Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Il furto
Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

Bari, ruba un portafoglio dal camerino del Petruzzelli: arrestato vigilante

 
Inquinamento
Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

Pioggia acida nel Leccese, la Procura apre un'inchiesta

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
L'appuntamento

Castrovillari-Bari, il punto con La Voce Biancorossa: segui la diretta

 
L'udienza il 14 gennaio
Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

Lecce, usò il compagno come cancellino umano, bullo rinviato a giudizio

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
Vittima l'81enne Rocco Petrillo
Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

Foggia: militante Lega aggredito da 5 migranti, la denuncia del vicesegretario regionale

 
A Bari il flash mob
Emiliano al flash mob per libertà di stampa: «Giornalisti fondamentali in controllo democrazia»

Emiliano difende libertà di stampa: «Giornalisti necessari in controllo democrazia»

 
a Foggia
"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

"C'è un ladro in casa", ma voleva solo mangiare prosciutto e formaggio: arrestato

 
L'operazione a Bari
Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF Bari sequestra 1 milione di ombretti e fard

Nichel e cromo 100 volte più alti del limite: GdF sequestra 1 milione di cosmetici cinesi

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Cala l'export pugliese: -3,4% nel 2003

E' stato un anno difficile a causa della significativa fase di rallentamento del ciclo economico internazionale. Anche l'import regionale diminuisce di quasi quattro punti percentuali
BARI, 10 maggio 2004 - E' stato un anno difficile per l'economia italiana, per quella pugliese e per quella barese a causa della significativa fase di rallentamento del ciclo economico internazionale. Il dato è emerso dall' analisi tenuta dal docente dell' Università di Bari, Gianfranco Viesti durante la seconda edizione della giornata nazionale dell' economia tenutasi nella Camera di Commercio di Bari. «La caduta - ha detto Viesti - in termine di valore dell' export pugliese nel 2003 rispetto all' anno precedente è del 3,4 % dato leggermente inferiore a quello nazionale (-4%) che nasconde tuttavia una forte eterogeneità a livello provinciale. L'import regionale diminuisce di quasi quattro punti percentuali con marcate differenze provinciali (dal +30,7% della provincia di Foggia a -24% della provincia di Taranto)».
«Oltre un terzo dell' export regionale - ha proseguito Viesti - è da attribuire ai prodotti metalmeccanici con punte del 76,1% e 57,5% rispettivamente per le province di Taranto e Foggia. Settore decisamente importante è quello dell' industria del mobile che pesa sull'export per il 20% del totale, attribuibile quasi nella sua interessa alla provincia di Bari, dove tale distretto produttivo è localizzato.
«Per la Puglia - ha sottolineato il vicepresidente della Camera di Commercio, Antonio Laforgia - le piccole e medie imprese rappresentano la colonna portate dell' intero sistema economico». «La nuova dimensione dell' associazionismo economico - ha concluso Laforgia - darà forza al sistema del credito che sarà sempre più accessibile alle imprese grazie alla disponibilità di finanziamenti nazionali ed europei».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400