Sabato 13 Agosto 2022 | 11:06

In Puglia e Basilicata

L'oscar dei vignettisti al "nostro" Nico Pillinini

L'oscar dei vignettisti al "nostro" Nico Pillinini
La giuria composta da: Edmondo Berselli, Pasquale Chessa, Pino Corrias, Beppe Cottafavi, Bruno Manfellotto e Giovanni Nardi ha assegnato il 37° Premio Forte dei Marmi per la satira politica disegnata "L'Ape", una scultura di Pietro Cascella, al vignettista della Gazzetta Nico Pillinini. Tutta da leggere motivazione della giuria: «Viene dalla Puglia come l’ultima ondata di affaristi e di escort, ma ...»

30 Settembre 2009

La Crisi Mondiale vista dai disegnatori satirici di 50 Stati del Mondo. Finanza di "carta" e banche al fallimento, PIL in caduta libera, crollo dei consumi e interi settori in crisi, con molti Paesi industrializzati ormai in piena recessione. Tutto questo mentre almeno 90 milioni di persone versano sempre più in condizioni di estrema povertà e un miliardo di cittadini è costretto a soffrire la fame: questa è la crisi che ha avvolto l'intero pianeta. E' questo il preoccupante scenario che il Museo della Satira di Forte dei Marmi ha suggerito come tema a ben 250 disegnatori satirico-umoristici di 50 Paesi nel mondo: dall'Europa all'India, alla Mongolia, dal Myanmar al Brasile, all'Uzbekistan, oltre che alle migliori firme della satira italiana. 

La giuria composta da: Edmondo Berselli, Pasquale Chessa, Pino Corrias, Beppe Cottafavi, Bruno Manfellotto e Giovanni Nardi ha assegnato il 37° Premio Forte dei Marmi per la satira politica disegnata “L’Ape”, una scultura di Pietro Cascella, al nostro vignettista Nico Pillinini. La motivazione della giuria: «Viene dalla Puglia come l’ultima ondata di affaristi e di escort, ma Nico Pillinini non ha alcuna frequentazione con il Potere, da giornalista satirico che alla penna ha preferito la matita. La sua è satira con il senso dell’avvenimento e del paradosso che ha popolato in questi anni tanti giornali e settimanali, dal “Satirycon” di Repubblica, a “Tango” e “Emme” de "L’Unità" e tanti altri. E’ il vignettista de “La Gazzetta del Mezzogiorno". Un segno nitido e classico quello che usa per le sue vignette, dove non disdegna nemmeno l’uso di immagini a mo’ di collage satirico in omaggio alla sua radice e al suo gusto di pittore». 

Tra gli altri premiati anche per lo spettacolo e il cabaret, Ezio Greggio, Lino Banfi e Zoro (Diego Bianchi) di “Parla con me “ programma satirico condotto da Serena Dandini. La giornata del Premio all’insegna della satira e della libertà di informazione è stata dedicata alla memoria di Peppino Impastato. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725