Mercoledì 17 Agosto 2022 | 09:28

In Puglia e Basilicata

Frotte di afgani sbarcano di notte a Portoselvaggio

Frotte di afgani sbarcano di notte a Portoselvaggio
Alcune decine di cittadini extracomunitari, molto probabilmente afgani, sono sbarcati ieri notte in una delle marine di Nardò, dove è facile avvicinarsi alla riva senza essere notati a causa della mancanza di illuminazione pubblica. A sfamarli e dissetarli hanno pensato i poliziotti di Nardò. Alcuni chiedevano informazioni su come raggiungere Roma in Treno

30 Settembre 2009

NARDO’ - Alcune decine di cittadini extracomunitari, probabilmente afgani, sono sbarcati ieri notte in una delle marine di Nardò, quasi sicuramente a Portoselvaggio, dove è facile avvicinarsi alla riva senza essere notati a causa della mancanza di illuminazione pubblica. A sfamarli e dissetarli hanno pensato i poliziotti di Nardò. 

Intorno a mezzanotte, ordinatamente in fila indiana anche per non farsi investire, hanno percorso tutta la strada per raggiungere Nardò, precisamente la zona Posto di blocco - Cenate fino all’arrivo, alle porte della città. Alcuni, un nutrito gruppetto, sono stati individuati sempre in piena notte nell’area della Nardò-Galatone dove hanno chiesto delucidazioni su come arrivare a prendere un treno per Roma. Sono stati indirizzati verso Lecce. Alcuni, però, non sono riusciti evidentemente a raggiungere il capoluogo, così sono rimasti in centro riposando dove è stato possibile. 

Nella mattinata alcuni giovanissimi profughi sostavano ancora nelle aiuole e nelle panchine nei pressi del municipio di Nardò. Il commissario di polizia, nella tarda mattinata, ne ha fermati undici (e altri otto sarebbero stati individuati), che ha provveduto ad identificare nel tentativo di ricostruire il loro arrivo. Se un tale numero di afgani è rimasto in zona è molto probabile che il plausibile sbarco a Portoselvaggio sia stato considerevole: per strada, l’altra notte, i testimoni avrebbero avvistato almeno trenta giovani con le loro povere cose. I poliziotti hanno prima pensato a sfamare i profughi, poi sono passati al tentativo di individuarne la provenienza per identificarli.
[bv]
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725