Mercoledì 17 Agosto 2022 | 06:19

In Puglia e Basilicata

Aqp: 53 milioni per far potabile l'acqua a Conza

Aqp: 53 milioni per far potabile l'acqua a Conza
Il potabilizzatore di Conza, in Campania, è un intervento – è detto in una nota di Aqp – di rilevanza strategica per l’approvvigionamento idrico della Puglia, che integrando i volumi oggi disponibili dal gruppo sorgentizio del Sele/Calore e dagli invasi del Pertusillo, del Sinni, del Locone e del Fortore migliora sensibilmente le capacità distributive di acqua potabile

28 Settembre 2009

BARI - L'Acquedotto Pugliese ha dato il via ai lavori di costruzione del potabilizzatore di Conza, in Campania, un’opera da 53 milioni di euro in grado di trattare 1.500 litri al secondo per ottenere acqua potabile. Un intervento – è detto in una nota di Aqp – di rilevanza strategica per l’approvvigionamento idrico della Puglia, che integrando i volumi oggi disponibili dal gruppo sorgentizio del Sele/Calore e dagli invasi del Pertusillo, del Sinni, del Locone e del Fortore migliora sensibilmente le capacità distributive di acqua potabile. Il progetto prevede la realizzazione di edifici civili ed industriali, un impianto di presa in prossimità della diga e di regolazione della portata, una condotta per il trasferimento dell’acqua grezza al potabilizzatore e un’opera terminale di allacciamento all’acquedotto dell’Ofanto. 

Il potabilizzatore di Conza – si ricorda nella nota – si aggiunge ai lavori (finanziati globalmente con 400 milioni di euro) di raddoppio del serbatoio di Marzagaglia e del ramo adriatico del Sifone Leccese, di sostituzione della condotta di 'Sgolgore' a servizio degli abitati di Altamura e Gravina, e al progetto straordinario di risanamento delle reti giunto al suo secondo anno di attività.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725