Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:19

In Puglia e Basilicata

Tricase, messa sul tetto agli operai Adelchi in cigs

Tricase, messa sul tetto agli operai Adelchi in cigs
di ANTONIO ANDREA CIARDO 
Da martedì, 5 operai sono sui cornicioni del municipio di Tricase. Gli operai vogliono che le tre aziende La Nuova Adelchi, Crc e Gsc Plast, in ottemperanza degli accordi sindacali sottoscritti il 6 luglio, riprendano il ciclo produttivo (cosa che sarebbe dovuta accadere già dal 15 settembre). Ieri, due sacerdoti, don Raffaele Bruno e don Stefano Rocca, li hanno raggiunti sul tetto e hanno portato la solidarietà del vescovo, monsignor Vito De Grisantis, ed hanno celebrato la messa
• "Scendiamo solo se ci fanno lavorare"

28 Settembre 2009

TRICASE - Una domenica speciale sul tetto del municipio. I cinque operai di Adelchi che da giorni stanno attuando la singolare protesta, sono stati raggiunti da due sacerdoti, don Raffaele Bruno e don Stefano Rocca che hanno portato la solidarietà del vescovo, monsignor Vito De Grisantis, ed hanno celebrato la messa. Al rito hanno assistito numerosi parenti ed amici sistemati nella sottostante piazza. 

Intanto, dall’ospedale dove è ricoverato da sabato per una broncopolmonite, il sesto operaio del gruppo ha scritto una lettera per incitare gli amici a resistere. 

Ore drammatiche quelle che si vivono a Tricase, i provincia di Lecce, per la vicenda occupazionale degli operai del gruppo calzaturiero Adelchi. Da martedì mattina sei operai si sono appollaiati sui cornicioni di palazzo Gallone, sede del municipio. Dalla tarda serata di sabato, come dicevamo, sono rimasti in cinque, perchè uno di loro, Rocco Annesi, 29 anni, sposato, con una figlia e in attesa di un secondo, ha accusato un malore: sono intervenuti i sanitari del “118” che lo hanno ricoverato nel reparto di medicina dell’ospedale “Giovanni Panico” di Tricase, dove gli è stata diagnostica una forma aggressiva di broncopolmonite. 

Rocco Annesi, insieme ai cinque compagni di lavoro in cassa integrazione straordinaria, e cioè Rocco Panico, leader dei cassintegrati del gruppo Adelchi, Luca Simone, Cosimo Nicolardi, Graziano Pantaleo e Gianfranco Bramato, avevano passato tutta la giornata di venerdì e la notte seguente sotto un autentico nubifragio che s'era abbattutto su tutto il Basso Salento. 

Gli operai rivendicano la ripresa del ciclo produttivo in La Nuova Adelchi, Crc e Gsc Plast, le tre aziende del gruppo, che usufruiscono di cassa integrazione straordinaria, in ottemperanza degli accordi sindacali sottoscritti il 6 luglio che prevedevano la ripresa della produzione entro il 15 settembre. Accordi per ora dissattesi.
di ANTONIO ANDREA CIARDO
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725